INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

io e te


io e te





autoreinformazioni sulla fotografia
Sandro Rafanelli

 alias SAndro 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 1. la Fenice
galleria: Bianco Nero
macchina: NIKON 5700
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/111 sec
diaframma: f/4
focale: 35 mm
ISO: 100
flash: no
data: 3 Aprile 2003 - 12:17
data di upload: 14 Aprile 2004 - 23:43

tags: bianco e nero, emotivo
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9 1
8 6
7
6
5
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 14 30°
punteggio 7.844 7.844
numero voti77
commenti0
visite712713

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






A Terracina
di Antonio Ulzega


Hai già visto questo portfolio?
Ti invitiamo a scoprirlo e lasciare un commento all'autore.
commenti
    Luke  [30 Aprile 2004 - 18:42]
La foto comunica con l'osservatore, più la guardi e più ti parla. Ci leggi mille storie dentro, tanti ricordi che ti fanno compagnia e non ti fanno più sentire solo. Le sedie spostate ed il pavimento bagnato fanno pensare ad un acquazzone improvviso che ha sorpreso i due e li ha fatti fuggire. L'immobilità di tutti gli elementi invece suggeriscono un'attesa: le sedie aspettano fiduciose il ritorno dei due innamorati. I lati sfumati sono il tempo che passa, ma non ce la fa a incrinare l'attesa e la fiducia nel ritorno.
    sisco!  [30 Aprile 2004 - 16:45]
Due persone, due amanti, due sconosciuti, idealmente seduti ma (cosa strana!) che non esistono! Il vuoto delle sedie è tutta la fotografia, è il vuoto che dialoga con se stesso, che riempie l'inquadratura e che schizza via, velocissimo, ai bordi dell'immagine, lasciando dietro di se la sua scia inconsistente! Foto sensibile e molto profonda, qualitativamente perfetta ed arricchita dagli elementi giusti! Forse eccessivo l'effetto sfumato del vaso che, essendo scuro, acquista un po' troppa importanza nei confronti del resto (anche se, in effetti, non aveva senso escluderlo dal movimento!). Incredibili i riflessi, sia quelli del tavolo che quelli del pavimento bagnato! L'elemento grafico della scritta, che in un primo momento mi sembrava un po' fuori luogo, rafforza invece l'immagine, inquadrandola e completandola!
Una sintesi impareggiabile di tecnica e sentimento!
    GP  [29 Aprile 2004 - 15:49]
Al centro solo i due (a fuoco), il resto corre via (sfocato) ma loro restano ... anche se non sono presenti.
La foto resta fredda forse proprio per questa assenza?
    Tommy  [28 Aprile 2004 - 19:04]
Perché siamo due destini che si uniscono, stretti in un istante solo, quello della messa a fuoco centrale, che ci concede un unico momento fra infiniti altri sfocati.
   Maria Chiara [24 Aprile 2004 - 23:55]
Bello,davvero.Sia nell'insieme che nei suoi particolari qst scatto dà tanto la sensazione dello scorrere,di un movimento che rinforza se stesso sotto lo sgurdo:la sovrapposizione concentrica delle linee curve di sedie,tavolo,piatto,fondodelpiatto..con le schegge di luce e acqua che accompagnano e accentuano le trasparenze e i contrasti(bellissimo il biancoenero su vetro d tavolo). Luce(insieme all' aria)metallica e un po'cristallizzata,giusta x fermarsi lì un attimo in +.a guardare
    il Balla  [22 Aprile 2004 - 17:45]
Bella l'idea di movimento che viene data dalla sola zona centrale a fuoco. E' il tavolo con le due sedie che lo circondono a fare da padrone e a invitare lo spettatore a soffermarsi per un momento, a sedersi e a fare una chiaccherata. O forse sono proprio le sedie a parlare: l'una all'altra...siamo "io e te", qui da sole, vuote ad aspettare...
Davvero un'ottima foto che mette in evidenza la padronanza della tecnica, ma che riesce anche a trasmettere.
Forse avrei aggiunto due bicchieri mezzi vuoti sul tavolo...ma è una mia opinione.
    Jack  [15 Aprile 2004 - 11:01]
Una delle migliori foto dell'edizione.
I giochi di luce del piatto sono notevoli, come le sedie bagnate che presentano piccole gocce d'acqua, impercettibili ma visibilissime. Il pavimento bagnato che rispecchia il tutto da un altro tocco di classe alla foto che è già bella di suo. Ganzo il gioco di sfumature presente ai lati, per dare sensazione di movimento e staticità al centro della foto, fulcro dello scatto.
Critico le sedie che potevano essere migliori, ma questo è solo lo spirito di critica :-)
Ti avrei dato un voto in più se tu non avessi messo il piccolo commento sull'immagine stessa.
OTTIMA



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]