INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Whoop and Spur


di Emanuele Nardoni
14 immagini - 1.39 mb
data di pubblicazione: 12 Novembre 2010

luogo: Cody (Wyoming)


tags: america, cavallo, cody, nardoni, rodeo, spur, urla, usa, whoop, wyoming

visualizza come slideshow

212 preferenze  vota

(9 commenti)
visto 2646 volte

Share
Torna ai Portfolio




Whoop and Spur

Urla e sprona! è uno dei tanti motti da cowboy che si possono sentire dagli spalti mentre si assiste ad un rodeo.
A Cody (Wyoming), città che deve il suo nome ad uno dei suoi fondatori William Frederick Cody alias Buffalo Bill, il rodeo è di casa tanto da autodefinirsi la 'capitale mondiale del rodeo'.

Giro a cavallo con bandiera, inno nazionale, tutti in piedi con la mano sul petto (io no, sorry i'm not american) e si comincia.

Le discipline sono le più svariate dal 'barrel racing', una sfida di agilità a cavallo che consiste nel compiere degli 'otto'  a tutta velocità intorno a dei barili, al 'calves roping' che consiste nel prendere nel più breve tempo possibile al lazo un vitello per poi immobilizzarlo a terra legandolo con la stessa fune (detta così sembra una crudeltà ma è una tecnica usata per immobilizzare gli animali per potergli prestare delle cure mediche), al 'bronc riding', ossia il cavalcare per il maggior tempo un cavallo 'selvaggio' prima di essere disarcionato, per arrivare al più spettacolare 'bull riding' dove al posto dei cavalli bisogna cavalcare 'a pelo' un toro parecchio incazzato evitando, una volta disarcionato di rimanere schiacciato dalla furia del toro.

Il tutto mi è sembrato svolgersi nel più totale rispetto per l'animale che molto spesso ha la meglio sull'uomo che in questo sport è il soggetto che rischia di più le ossa.



>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage




>> Guarda in modalità SLIDESHOW



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  franci  [7 Marzo 2012 - 14:57]
Splendide immagini
  Dana  [21 Dicembre 2010 - 16:09]
il voto... ;)
  Dana  [21 Dicembre 2010 - 16:02]
Bhe che dire, le immagini si commentano da sole. Qualcosa di diverso, che si distacca dalla tipica e comune visione fotografica e che dona degli effetti che a tratti richiamano il movomento futurista. Bella e azzaccata anche la scelta del bianco e nero, che conferisce a mio avviso maggiore chiarezza nella lettura dell'immagine. Bravo ;) , a presto Danila.
  Il Lele  [15 Novembre 2010 - 09:11]
grazie Sergio, Alessandro e Antonio.
ho scattato a colori e convertito in un secondo momento in bn, d'accordo con sergio che le foto non abbiano tutte la stessa forza e lo stesso impatto, ma mi servivano per contestualizzare di più e anche grazie all'aiuto di SAndro ho limato ulteriormente il contesto, perchè la serie in realtà è decisamente più lunga.
D'accordo anche con Griccio su una certa disomogeneità in alcune fotografie
grazie per i commenti a tutti
  melisendo  [15 Novembre 2010 - 08:47]
Ciao Lele, ti vedo arrampicato su una staccionata a scaricare adrenalina e fotogrammi!

Non so se hai scattato in bn, ma è stata la scelta vincente, come pure la moderata pp a te tanto cara.

Le immagini dei rodei sono ricorrenti nella storia della fotografia, ma questo tuo reportage nella dinamicità e nel ritmo del suo svolgimento è molto coinvolgente.
  kruger  [13 Novembre 2010 - 19:12]
Questa volta hai fatto qualche cosa che non mi avrebbe portato ai tuoi precedenti lavori ma  hai centrato ,come ci hai abituato,l'obiettivo finale ovvero raccontare incisivamente e coinvolgentemente luoghi e gente . Non era facile fotografare questo tipo di eventi senza sconfinare  nell'ordinarietà di foto che pur belle potevano risultare "normali". Hai scelto il mosso ed il B W ,ed hai realizzato un bel reportage che trasmette  l'eccitazione di quei momenti. Forse non tutte le foto hanno la stessa forza e , in genere, avrei preferito una maggiore densità ed un minor contrasto. Ma sono osservazioni marginali che nulla tolgono alla qualità complessiva del servizio. D'altronde contrastare molto è una tua  scelta precisa che è emersa bene anche nel reportage sull'India.
  Griccio  [13 Novembre 2010 - 15:45]
Bellissima gestione del mosso, unito ad inquadrature audaci, a bianco nero prezioso, dalla grana toccabile; un rodeo insolito, fatto di foto importanti; qualche appunto sulla postproduzione delle foto n 1 e 3, a mio parere un po' troppo accesa; le mie preferite quelle di maggiore mosso.
  Il Lele  [12 Novembre 2010 - 14:39]
grazie Rosa, avevo voglia di fare qualcosa di diverso ;)
  Rosa  [12 Novembre 2010 - 13:37]
Mi stupisce questo tuo lavoro così diverso. Bell'esperimento! Alcune fotografie sono spettacolari, sembrano dei quadri futuristi. Mi piace il miscuglio di stili, serve a mostrare il contesto e l'emozione al contempo. 



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]