INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Orgosolo e la lotta sui muri - la politica e la società


di Sandro Rafanelli
13 immagini - 2.63 mb
data di pubblicazione: 11 Agosto 2014

luogo: Orgosolo, Sardegna
periodo: 2012


tags: graffiti, lotta, muri, nuoro, orgosolo, politica, rafanelli, sardegna, società

visualizza come slideshow

181 preferenze  vota

(3 commenti)
visto 2227 volte

Share
Torna ai Portfolio




Orgosolo e la lotta sui muri
PARTE I 
la politica e la società


Ci sono molte ragioni per visitare questa sperduta cittadina della Sardegna centrale. C'è una storia e un mondo dipinto sui muri.

Questa è la prima serie di un reportage che si è poi esteso tanto che ho deciso di suddividerlo in tre parti.
Perché tante fotografie?
Ho coperto un'ampia porzione, a mio avviso la più significativa, dei murales che affollano la sperduta cittadina sarda di Orgosolo, ma non tutte perché sono moltissime.

Non si tratta dei graffiti cui siamo abituati a vedere in una città. Due ragioni li rendono unici.
La prima è il contesto urbano. Orgosolo non è Milano o Roma, è una cittadina di piccole dimensioni, non certo la classica ambientazione metropolitana. Dolcemente appoggiata sui rilievi a sud di Nuoro, si raggiunge tramite una tortuosa stradina. Il contesto è quello di un decadente borgo, con edifici mai terminati ma che tuttavia mantiene un'atmosfera di sardità autentica, con i vecchi pastori a popolare le stradine assolate e polverose e la nuova generazione in cerca di una sua nuova identità.

La seconda ragione è la tipologia di murales. Quello di Orgosolo fu un interessante esperimento. Artisti di strada e pittori provenienti da tutto il mondo si sono raccolti per contribuire con la loro visione del mondo e della storia, disegni che si stampano sui muri delle case a espressione politica di lotte sindacali, commemorazioni di assassini di mafia e malaffari che hanno segnato tragicamente la storia italiana, ma anche celebrazioni di personaggi illustri del mondo della pittura e della musica.

Ho tentato di trovare un categorizzazione organica per presentare i graffiti, questa prima parte della serie raccoglie i soggetti con uno spiccato carattere politico e un'attenzione al sociale.
Proseguirà con i soggetti della tradizione sarda, pastori e donne al lavoro, per terminare con i disegni più artistici, astratti e magici.

Questa serie di fotografie è un invito a visitare Orgosolo.



>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage


>> Guarda in modalità SLIDESHOW



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  Christian  [21 Ottobre 2014 - 11:56]
Buona idea suddividere le foto dei murales in 3 serie per sottolinearne i temi. 
Così questo esprime in pieno la partecipazione ed il coinvolgimento degli abitanti nelle vicende politiche e sociali del posto.
Invidiabile come sempre la cura delle luci!
  SAndro  [12 Agosto 2014 - 20:24]
Grazie Kruger, ho scattato così tante foto che alla fine ho voluto creare ben tre portfolio, spero vi piacciono e non sembrino troppo ripetitive, ho cercato di trovare diversi filoni tematici. Orgosolo è un luogo davvero strano, ricco di questa espressione così moderna di arte ma povero, scalcinato e apparentemente arretrato. Sul "moderna" della forma espressiva del graffito si potrebbe anche discutere, in verità è antichissima, dopotutto i primitivi graffiavano le pareti delle grotte ;-)
  kruger  [11 Agosto 2014 - 10:15]
Orgosolo è veramente il paradiso del fotografo "bidimensionale". Ottimo lavoro come sempre. Chi va in Sardegna non può mancare questo appuntamento.



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]