INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


le crepe nel cuore


di Juri Merolli
10 immagini - 1.14 mb
data di pubblicazione: 30 Giugno 2009

luogo: Goriano
periodo: aprile 2009


tags: abruzzo, crepe, cuore, giornali, goriano, l'aquila, media, merolli, rafanelli, televisione, terremoto

visualizza come slideshow

269 preferenze  vota

(4 commenti)
visto 3722 volte

Share
Torna ai Portfolio




Introduzione di Sandro Rafanelli

Nella notte del 6 aprile 2009 un scossa di magnitudo 5,8 devasta l'Aquila e la sua provincia.

Quello che è successo lo sappiamo tutti. Tutti i telegiornali, le testate giornalistiche, le trasmissioni di pseudo-approfondimento e perfino di intrattenimento si sono mobilitate per diffondere notizie sul terremoto e spesso anche un po' sciacallare con gli ascolti sulla tragedia.
Alla fine ci siamo pure abituati a vedere le persone nella tendopoli. Gente come noi, che abita in vecchi borghi, in case coloniche, in storiche abitazioni dei centri o perfino in moderne costruzioni.

Noi della PhotoCompetition ci siamo chiesti se entrare in questo vizioso e contorto meccanismo mediatico e abbiamo scelto di non farlo, continuando a fare quello che facciamo quotidianamente, un servizio di settore, informazione fotografica, cultura e perchè no di intrattenimento, preferendo lasciare queste scelte agli altri.

Con questo non vogliamo dire di essere rimasti indifferenti a quello che è successo, ma è stato detto molto, di tutto, è stato anche detto "male", è stato anche molto strumentalizzato e come spesso succede con la televisione e i giornali ci si concentra sull'aspetto più appariscente, per problemi di spazio, di tempi, di ascolto, di esigenze giornalistiche, tutte quelle odiose regole della comunicazione e della politica.

Abbiamo quindi preferito rimanere sul terreno che conosciamo meglio: la fotografia. Quella fotografia non urlata, ma sensibile e lenta, col desiderio di trasmettere veramente qualcosa, ad un pubblico molto attento, informato e colto, ad una "nicchia" di persone, non moltissime ma vere.
Adesso che l'ondata della notizia sta scemando, tocca a noi!

E' per questo che ho contattato Juri Merolli. Avevo visto per caso alcune sue foto scattate col cellulare nel suo paese, Goriano, in provincia de L'Aquila e le tracce del passaggio del terremoto.
Juri ha accettato subito la mia proposta ed è tornato al suo paese a scattare altre foto.
Questo è il risultato del suo lavoro fotografico. Io l'ho aiutato nella selezione e nel ritocco.

Abbiamo voluto dare un approccio meno scontato, nient'affatto giornalistico ma toccando quei particolari comuni della vita quotidiana che il sisma ha completamente stravolto.
Dalla sensibilità di Juri e dall'amore che lo lega alla sua terra è uscito questo portfolio.
Spero che apprezziate il nostro lavoro.



reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage






IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  Il Lele  [19 Febbraio 2015 - 12:23]
bel reportage
  SAndro  [16 Settembre 2009 - 17:00]
www.fromzero.tv

Questo è il sito della mia collega Alessa Deninno che sta realizzando un documentario per il cinema sulle persone che hanno subito il terremoto dell'Abruzzo.

Un bel progetto e molto lavoro dietro. I filmati sono prima online e poi sistemati per la versione completa.
Uno staff di sei persone è laggiù a lavorare dalla mattina alla sera!
  MacMauro  [9 Luglio 2009 - 12:42]
Un bel reportage..
...bravo Juri !
  melisendo  [4 Luglio 2009 - 14:54]
"....motus terrae....quae nec evitari nec provideri potest..." così 2.000 anni fa Seneca nel suo "Naturales questiones" Libro VI, descriveva la ineluttabilità e la imprevedibilità degli eventi sismici prendendo ad esempio proprio l'area abbruzzese-campana. Oggi le splendide immagini di questo reportage mostrano in modo crudo e preciso quanta verità ci fosse nelle parole di Seneca e quanto poco nei secoli, e soprattutto negli ultimi decenni, noi, o chi da noi delegato, abbiamo tenuto conto di quelle verità.



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]