INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


i colori del lungarno di Pisa


di Sandro Rafanelli
10 immagini - 1.43 mb
data di pubblicazione: 30 Marzo 2012

luogo: Pisa
periodo: dicembre 2011


tags: arno, lungarno, normale, pisa, rafanelli, sant'anna, santa maria della spina, toscana

visualizza come slideshow

153 preferenze  vota

(10 commenti)
visto 4946 volte

Share
Torna ai Portfolio




i colori del lungarno di Pisa

Sebbene Pisa sia per me facilmente raggiungibile, non sono mai riuscito a fotografare i suoi lungarni con la luce giusta. Tempo nuvoloso, pioggia o luce troppo forte non mi hanno mai permesso di render giustizia alla loro bellezza.

Questa è la volta buona.

I palazzi medioevali e rinascimentali, le chiese, i ponti e i riflessi, con la luce pulita di un tramonto dicembrino che dà fuoco ai colori.
La Repubblica marinara, con i suoi monumenti simbolo dell'Italia come la Torre Pendente e piazza dei Miracoli, la piazza dei Cavalieri con la prestigiosa Scuola Normale Superiore, che insieme all'altra università, Sant'Anna, sono centri di eccellenza italiani.

Pisa non è solo questo, possiede una lunga serie di bellissimi edifici sulle sponde del fiume Arno e sui quali si legge la Storia. Dai secoli della repubblica marinara alla decadenza, dal medioevo ai ponti del dopo guerra, che come quelli di Firenze furono tutti distrutti dai tedeschi in ritirata.



>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage
A sinistra si intravede il palazzo Pretorio con la torre dell'orologio.



reportage
Palazzo dei Medici sul lungarno mediceo.



reportage
un passaggio sopra-elevato in ferro e vetro colorato che collega due palazzi affacciati sul fiume.



reportage
Scorcio del lungarno Pacinotti col palazzo Agostini (detto anche Palazzo Rosso).

E' uno dei più bei palazzi del lungarno pisano, la cui superficie esterna in laterizio è completamente decorata in cotto. Ospita il cinema Lumière, il più antico cinema italiano.



reportage

reportage
sullo sfondo si vede la Torre Guelfa presso la Cittadella di Pisa



reportage


reportage
la piccola chiesa di Santa Maria della Spina

Uno degli migliori esempi di gotico in Europa. Costruita nel 1230, deve il suo nome ad una spina della corona di Gesù custodita al suo interno.
Curiosa la storia del suo spostamento, nell'ottocento ogni sua pietra fu numerata poi la chiesa fu smontata e ricostruita più in alto sulla sponda per proteggerla dalle piene dell'Arno.



reportage
la luce infuocata del tramonto sul lungarno Gambacorti, su cui si staglia al centro il Palazzo della Giornata



reportage



>> Guarda in modalità SLIDESHOW



Fotografie sono scattate con Canon 50D e obiettivo Sigma f2.8 18-50mm, solo piccoli aggiustamenti in fotoritocco.



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  ritabat  [13 Maggio 2016 - 10:01]
bella questa pisa insolita, molto suggestiva ottima la scelta della luce
  melisendo  [17 Dicembre 2012 - 11:44]
La luce, i colori, i riflessi del lungarno di Pisa: che meraviglia!
  etabetaaaa  [28 Novembre 2012 - 22:55]
Da buon Livornese non dovrei parlar bene di Pisa, ma davanti a immagini del genere non posso altro che dire bravo per la scelta del soggetto....anche io ne ho alcune simili e correggimi semsbaglio, non avresti smesso di scattare...complimenti soprattutto x quelle al tramonto.
  Chefscatto  [26 Agosto 2012 - 16:49]
vista così,Pisa è interessante.un occhio al di fuori dal campo dove si trovano il battistero e la torre
  gilius76  [18 Aprile 2012 - 08:30]
sggestivo! complimenti........
  Monyca  [5 Aprile 2012 - 11:28]
Una volta di piu', fotografie che testimoniano quanto dei palazzi possano raccontare di una citta', attraverso le loro forme, stili e colori
  Monyca  [5 Aprile 2012 - 11:27]
Una volta di piu', fotografie che testimoniano quanto dei palazzi possano raccontare di una citta', attraverso le loro forme, stili e colori
  SAndro  [2 Aprile 2012 - 10:51]
Sì, Griccio, anzi il soggetto è solo uno, ma mi piace molto il "mono-soggetto", perché mi dà modo di guardarlo senza distrazioni e senza perdermi in gerarchie di immagini, da ordinare e strutturare.
Il portfolio è semplicissimo e non vuole pretendere di "raccontare" tutto. Mi son reso conto che l'ampiezza delle immagini risulta un po' strozzata dal formato qui dei portfolio e son stato costretto ad aggiungere un po' troppa definizione per recuperare in qualche modo la profondità.

Il lungarno di Pisa non è ricco e monumentale come quello di Firenze, si è mantenuto "antico" e ha molti innesti moderni, non sempre di alto pregio, costruzioni di inizio secolo e degli anni '50-'60, mentre i ponti come a Firenze sono stati tutti distrutti dai nazisti. Conserva però un'eleganza propria, quel prezioso equilibrio tipico di tutte le città toscane, in cui la stratificazione storica dal medioevo ai giorni nostri ha costruito un insieme sorprendentemente omogeneo. La luce del tramonto e i riflessi di un Arno che quest'anno è quanto mai carente di acqua e la cui lenta corrente gioca coi riflessi delle sponde, hanno rappresentato per me degli ottimi spunti per ricordare la bellezza sognante di un luogo ricco di storia e che spesso tendiamo a sottovalutare. Sempre alla ricerca di esotiche sorprese architettoniche o trovate sceniche di facciata.
Non sempre mi riescono bene e comunque hanno i loro limiti, ma cerco con questi ultimi portfolio di far riscoprire la bellezza del nostro paese e quanto va amato, sopratutto in tempi bui come questi.
  Griccio  [2 Aprile 2012 - 10:25]
Bello, avrei arricchito il portfolio con particolari, scorci e vedute, così è un portfolio un po' striminzito, con 4 soggetti; però fotografie ottime, luci perfette e tecnica impeccabile.
  kruger  [30 Marzo 2012 - 11:56]
Hai ragione sulla luce era la volta buona.La luce va cercata perchè è il cardine di tutte la foto ,in particolar modo quelle  paesaggistiche. Molte volte non ci è possibile conciliare questa esigenza con i tempi a disposizione , sopratutto quando ci si trova in luoghi che poco si conoscono (per le luci) e quando siamo condizionati da esigenze di viaggio e spostamenti. Queste foto mi piacciono molto ,sopratutto quelle prospettiche che meglio premiano la luce calda del fine giornata.



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]