INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

mia zia Giulia


6° - mia zia Giulia






commento del fotografo
Per mia zia sono trascorsi quasi 100 anni, eppure è sempre lì, col suo sguardo perso e malinconico, testimone della sua storia.
autoreinformazioni sulla fotografia
Sandro Rafanelli

 alias SAndro 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 2. Mondi paralleli
galleria: il Tempo
macchina: Canon EOS 300D
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/60 sec
diaframma: f/5.6
focale: 90 mm
ISO: 1600
flash: no
bilanciamento del bianco: automatico
data: 2 Maggio 2004 - 13:48
data di upload: 7 Maggio 2004 - 14:00

tags: famiglia, ritratto
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8
7 2
6 2
5 1
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 9 1451°
punteggio 5.833 5.833
numero voti55
commenti1
visite621754

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






commenti
    Luke  [31 Maggio 2004 - 23:08]
Quanto tempo hanno visto passare gli occhi della zia e come brillano ripensando a tutti quei bei momenti ...
Di cosa è fatto il tempo se non di ricordi? La foto è composta egregiamente: i libri a sinistra e l'ombra scura della persona "trasparente" agli occhi della zia Giulia bilanciano la testa inclinata rivolta a pensieri lontani e fuori da questo tempo della zia, le danno equilibrio, protezione.
    Tommy  [27 Maggio 2004 - 19:47]
Non sono affatto d'accordo con Simone sulla "provocatorietà" delle foto e le "potenzialità" della categoria tempo. A mio parere le foto semplici hanno il potere di comunicare più delle perversioni mentali perché parlano per messaggi diretti, suscitano emozioni, coinvolgono l'osservatore; tutto ciò non è raggiungibile normalmente con gli scatti cervellotici, perché questi si rivolgono a sfere percettive differenti, dove il godimento è tratto dalla contemplazione intellettualistica (detto da me...).
In questo caso ci si riferisce all'emotività, al fascino ed all'ammirazione per le persone anziane, che portano stampati negli occhi, nelle rughe, nell'espressione il segno del tempo che hanno trascorso. Ottimi colori ed inquadratura tutt'altro che banale, per un'immagine che rischiava fortemente di esserlo.
    Lapo  [27 Maggio 2004 - 13:10]
Ho la sensazione che la foto comunichi molto più all'autore che agli altri osservatori, sicuramente il coinvolgimento affettivo che lo lega al soggetto dello scatto si avverte nettamente. Trovo che lo sguardo della zia Giulia sia estremamente espressivo e forse per questo lo avrei stretto di pù nell'inquadratura, quasi ad eliminare i contorni della figura e l'intorno.
    SAndro  [24 Maggio 2004 - 11:21]
l'autore rispondeE' l'età la mia interpretazione, la storia che emerge candida dagli occhi, dalle rughe del volto e dallo sguardo puro e incantato, senza orpelli, giochi di intelletto o ricerche forzate di originalità e avanguardia.
Personalmente non ritengo che si debba per forza provocare in questa categoria ma coinvolgere in un racconto, per quanto riguarda l'approfondimento, beh, sono punti di vista. Lo sguardo di una donna anziana, carica del suo tempo, credo che parli molto più di tante costruzioni raffinate, forse stimolanti ma che, passeggere, si consumano. Ho scelto realismo e semplicità e questa foto credo che più di altre parli del tempo che è passato e che si affaccia al presente.
E' semplice, non banale.
    Grunter  [20 Maggio 2004 - 16:56]
A parte il fatto che il tema del tempo associato ad una persona anziana sia piuttosto banale, potevi almeno farle un foto-ritratto migliore. Penso che l'ombra in primo piano dovesse rappresentare il contrasto tra il presente della persona più giovane e il passato della zia, ma in realtà sciupa ulteriormente la foto.
    sisco!  [16 Maggio 2004 - 02:28]
"Il tempo", tema complesso e molto stimolante, difficile da interpretare ma potentissimo se colto nel giusto lato!
Caratteristiche queste che sono disattese dall'immagine, un po' banale e scontata per la categoria! Il tempo si legge nelle rughe del volto, nella posizione un po' dimessa (ma forte), per certi versi si legge nei libri sullo sfondo (anch'essi simbolo del tempo che scorre, lento). Il tempo che si legge, per motivi opposti, negli occhi, dove corrono mille storie passate, luoghi ormai mutati, vicende dimenticate, persone scomparse, occhi che brillano e dominano la scena, instancabili e senzatempo! In primo piano l'ombra che dialoga con la persona (forse il tempo stesso!?), che arrogante ci volge le spalle occupandosi di altro.
Infine: presa da se l'immagine è molto interessante, delicata e calibrata nei colori, nella disposizione delle figure e nella (giustissima) carenza di particolari. L'ombra in primo piano (forse un po' ambigua nell'interpretazione) è il giusto peso inserito nella bilancia della scena, che ha come baricentro gli occhi della zia, potenti e brillanti. Inserendo lo scatto nella categoria, esso perde molta della sua forza, perché sfrutta minimamente le potenzialità che iltempo potrebbe dare, senza approfondire o "provocare" la categoria! Peccato!



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]