INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Eskimo - Guccini


Eskimo - Guccini






commento del fotografo
Per me un mito, ho cercato in qualche modo di creare una copertina che richiamasse la canzone. L'Eskimo è originale e non è stato facile trovarlo. Mezzo tolto e mezzo indosso esso rappresenta le contraddizioni che Guccini mette in luce nella sua poesia in musica, analizzando la sua giovinezza e i miti che ne fecero parte.

Eskimo - Francesco Guccini (1978  dall'album Amerigo)

Questa domenica in Settembre non sarebbe pesata così, 
l' estate finiva più "nature" vent' anni fa o giù di lì... 
Con l' incoscienza dentro al basso ventre e alcuni audaci, in tasca "l'Unità", 
la paghi tutta, e a prezzi d' inflazione, quella che chiaman la maturità... 

Ma tu non sei cambiata di molto anche se adesso è al vento quello che 
io per vederlo ci ho impiegato tanto filosofando pure sui perchè, 
ma tu non sei cambiata di tanto e se cos' è un orgasmo ora lo sai 
potrai capire i miei vent' anni allora, i quasi cento adesso capirai... 

Portavo allora un eskimo innocente dettato solo dalla povertà, 
non era la rivolta permanente: diciamo che non c' era e tanto fa. 
Portavo una coscienza immacolata che tu tendevi a uccidere, però 
inutilmente ti ci sei provata con foto di famiglia o paletò... 

E quanto son cambiato da allora e l'eskimo che conoscevi tu 
lo porta addosso mio fratello ancora e tu lo porteresti e non puoi più, 
bisogna saper scegliere in tempo, non arrivarci per contrarietà: 
tu giri adesso con le tette al vento, io ci giravo già vent' anni fa! 

Ricordi fui con te a Santa Lucia, al portico dei Servi per Natale, 
credevo che Bologna fosse mia: ballammo insieme all' anno o a Carnevale. 
Lasciammo allora tutti e due un qualcuno che non ne fece un dramma o non lo so, 
ma con i miei maglioni ero a disagio e mi pesava quel tuo paletò... 

Ma avevo la rivolta fra le dita, dei soldi in tasca niente e tu lo sai 
e mi pagavi il cinema stupita e non ti era toccato farlo mai! 
Perchè mi amavi non l' ho mai capito così diverso da quei tuoi cliché, 
perchè fra i tanti, bella, che hai colpito ti sei gettata addosso proprio a me... 

Infatti i fiori della prima volta non c' erano già più nel sessantotto, 
scoppiava finalmente la rivolta oppure in qualche modo mi ero rotto, 
tu li aspettavi ancora, ma io già urlavo che Dio era morto, a monte, ma però 
contro il sistema anch' io mi ribellavo cioè, sognando Dylan e i provos... 

E Gianni, ritornato da Londra, a lungo ci parlò dell' LSD, 
tenne una quasi conferenza colta sul suo viaggio di nozze stile freak 
e noi non l' avevamo mai fatto e noi che non l' avremmo fatto mai, 
quell' erba ci cresceva tutt' attorno, per noi crescevan solo i nostri guai... 

Forse ci consolava far l' amore, ma precari in quel senso si era già 
un buco da un amico, un letto a ore su cui passava tutta la città. 
L'amore fatto alla "boia d' un Giuda" e al freddo in quella stanza di altri e spoglia: 
vederti o non vederti tutta nuda era un fatto di clima e non di voglia! 

E adesso che potremmo anche farlo e adesso che problemi non ne ho, 
che nostalgia per quelli contro un muro o dentro a un cine o là dove si può... 
E adesso che sappiam quasi tutto e adesso che problemi non ne hai, 
per nostalgia, lo rifaremmo in piedi scordando la moquette stile e l'Hi-Fi... 

Diciamolo per dire, ma davvero si ride per non piangere perchè 
se penso a quella che eri, a quel che ero, che compassione che ho per me e per te. 
Eppure a volte non mi spiacerebbe essere quelli di quei tempi là, 
sarà per aver quindici anni in meno o avere tutto per possibilità... 

Perchè a vent' anni è tutto ancora intero, perchè a vent' anni è tutto chi lo sa, 
a vent'anni si è stupidi davvero, quante balle si ha in testa a quell' età, 
oppure allora si era solo noi non c' entra o meno quella gioventù: 
di discussioni, caroselli, eroi quel ch'è rimasto dimmelo un po' tu... 

E questa domenica in Settembre se ne sta lentamente per finire 
come le tante via, distrattamente, a cercare di fare o di capire. 
Forse lo stan pensando anche gli amici, gli andati, i rassegnati, i soddisfatti, 
giocando a dire che si era più felici, pensando a chi s' è perso o no a quei party... 

Ed io che ho sempre un eskimo addosso uguale a quello che ricorderai, 
io, come sempre, faccio quel che posso, domani poi ci penserò se mai 
ed io ti canterò questa canzone uguale a tante che già ti cantai: 
ignorala come hai ignorato le altre e poi saran le ultime oramai...


autoreinformazioni sulla fotografia
Alessandro Griccioli

 alias Griccio 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 47. Ti scrivo una canzone
galleria: Ti scrivo una canzone
sorgente: digitale
data:
data di upload: 29 Marzo 2011 - 17:38

statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10 1
9 1
8 5
7 6
6 3
5 1
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 46 109°
punteggio 7.41 7.41
numero voti1717
commenti3
visite5134626

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






Birra, sorrisi e fotografie. La 3° cena della PhotoCompetition
di Sandro Rafanelli


Hai già visto questo portfolio?
Ti invitiamo a scoprirlo e lasciare un commento all'autore.
commenti
    Il Lele  [26 Aprile 2011 - 12:34]
commentocomplimenti! meritatissimi
    Griccio  [26 Aprile 2011 - 08:08]
l'autore rispondeGrazie a tutti per i voti e per i commenti! Sono molto contento che l'idea e la foto siano piaciute!

    MariD  [18 Aprile 2011 - 22:53]
La foto e' molto bella ma non mi evoca le sensazioni che mi ha sempre dato questa canzone.
    tore  [17 Aprile 2011 - 18:07]
Ottimo scatto e ottimo anche il trattamento del b/n. Il tutto unito al pezzo strepitoso di Guccini...bravo/a 
    silvvv  [13 Aprile 2011 - 00:04]
stupenda foto
    baldolo  [12 Aprile 2011 - 17:52]
bel bianco e nero, ma continuo a guardare la foto e continua a non impressionarmi.
    Rosa  [10 Aprile 2011 - 06:51]
Merita la posizione che occupa. Mi piace come hai trattato il tema e trovo il bianco e nero molto ben bilanciato. Ottimo lavoro!
    Wiole  [8 Aprile 2011 - 22:41]
bel b/w, intonato al pezzo.
    xxx  [7 Aprile 2011 - 10:04]
Molto bella la profondità di campo l'inquadratura, tutto insomma, bravo vero
    Griccio  [5 Aprile 2011 - 18:25]
l'autore rispondeGrazie per i commenti finora espressi.
In particolare a Kruger che esagera certamente!
    Sher - Dan  [3 Aprile 2011 - 16:05]
Una bella foto, ottima prosepettiva ed inquadratura. Buon bianco/nero. Votata.
    Monyca  [2 Aprile 2011 - 18:32]
che dire...mooolto bella anche questa! ^_^
    vanilla  [2 Aprile 2011 - 16:31]
Mi piace molto, complimenti.
    kruger  [2 Aprile 2011 - 13:43]
Una delle più belle foto di tutti i concorsi.
    gemadame  [2 Aprile 2011 - 11:07]
bellissima interpretazione, mi piace molto in b/n, splendida canzone
    Haldos  [1 Aprile 2011 - 16:05]
Ricordo guccino col suo Eskimo bella canzone e foto appropiata.
    Idea  [1 Aprile 2011 - 14:07]
:) bella davvero foto e musica
    Luca Nassini  [30 Marzo 2011 - 17:58]
bellissimo pezzo interpretato ottimamente. mi piace
    Il Lele  [30 Marzo 2011 - 17:03]
mi piace come hai interpretato, come hai scattato e come hai composto. proprio una bella fotografia.
un accorgimento che non ha nulla a che vedere con la foto e che non influisce sul voto. graficamente spazia "guccini" dalla k con la stessa distanza che hai usato dalle lettere 'es' in basso.

ancora bravo/a
    Julye Jacomel  [29 Marzo 2011 - 18:14]
Molto bella la foto!!! Avrei scelto altra canzone...



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]