INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Lenta demolizione


Lenta demolizione






commento del fotografo
Il lento logorio dell'acqua prima o poi renderà invisibile il testimone della precarietà umana nei confronti della potenza della natura.
autoreinformazioni sulla fotografia
Lapo Galluzzi

 alias Lapo 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 10. Al sole e al vento
galleria: Scenari desolati
macchina: NKON E-5000
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/500 sec
diaframma: f/6.3
focale: 7 mm
ISO: 100
flash: no
bilanciamento del bianco: automatico
luogo dello scatto: Delta del Po, Comacchio
data: 11 Aprile 2004 - 17:00
data di upload: 5 Marzo 2005 - 12:24

tags: acqua, mezzi di trasporto, paesaggi
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8 3
7 4
6
5
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 10 244°
punteggio 7.013 7.013
numero voti77
commenti0
visite491855

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






commenti
    Ilaria  [15 Marzo 2005 - 22:56]
...e' angosciante...come la piu' primordiale desolazione, inspiegabile perche' "normale" e proprio per questo perturbante come un grido di fantasmi in un sogno.
Ilaria
    Luke  [15 Marzo 2005 - 00:01]
Forse uno sguardo da un po' più lontano come suggerisce Sandro avrebbe dato maggior peso all'ambientazione desolata. Tuttavia la grande forza demolitrice dell'acqua è ben documentata nella ripresa ravvicinata che probabilmente ai fini documentaristici di questa foto è più efficace.
    Nick  [14 Marzo 2005 - 08:56]
Qui la desolazione stà nel ricordo dei mari solcati con fierezza dal battello che ora invece se ne rimane lì in attesa che il mare e la ruggine se lo portino via.
Ottima.
    Tommy  [14 Marzo 2005 - 00:15]
A me piace il taglio e non condivido i dubbi di Sandro sul punto di vista: la fuga prospettica appena accennata, il dettaglio del metallo in "decomposizione", i colori smorti, ma non impastati, sono tutti elementi che mi fanno associare la foto alle documentazioni da National Geographic. Magari il soggetto è meno significativo di quelli della celebre rivista, ma il risultato, quasi una denuncia, è efficace.
    sisco!  [13 Marzo 2005 - 16:30]
Una delle pochissime immagini che riesce a cogliere il tema, senza troppi fronzoli o altro!
Perfetto il soggetto, forse qualcosa da dire sul taglio della foto (ma immagino non sia stata fatta in condizioni di estrema comodità!)
Bravo, buonissimo scatto!
    SAndro  [10 Marzo 2005 - 12:33]
Voto alto per un bellissimo soggetto. Questa imbarcazione semi-sommersa è il massimo simbolo della desolazione.
Immagino che la costrizione sull'inquadratura sia dovuta principalmente alla difficoltà di poter scegliere liberamente un angolo di presa, perché in caso contrario se si fosse potuto scegliere, sarebbe stato bello un punto di vista molto prospettico con più peso all'orizzonte marino oppure una vista frontale parallela all'orizzonte, per regalare un effetto molto potente.
A parte questo che comunque rappresenta un approccio personale nel "vedere" il soggetto, la foto è molto suggestiva e secondo me una delle migliori della galleria. Forse non ottima da un punto di vista fotografico, ma con un soggetto meraviglioso e questo non è poco. A mio avviso, quello che manca è sopratutto una ricerca nel raccontarci quello che vediamo in maniera più personale e completa, mi spiego meglio. La semplice foto documentativa ha il limite di far prevalere il soggetto sull'arte del fotografo, l'ho scritto altre volte questo discorso perché ci tengo molto. Personalmente apprezzo chi si cimenta per trovare le parole giuste per comunicare il suo racconto, non limitandosi a riprendere quello che vede. In pratica io vorrei il "punto di vista", la ricerca anche stilistica, il soggetto aiuta e tanto ma poi è il fotografo che deve portarlo a tutti, anche usandolo per il suo personale racconto.
Ma forse sto diventando troppo critico e in fondo questo scatto, bello, non se lo merita... :-)
Sono contento di vedere qualcosa di diverso nella PC, "foto dal mondo" come le chiamo io.
    Jack  [7 Marzo 2005 - 10:43]
Oltre a dire che la foto merita una "segnalazione della giuria" (a parer mio) ci sarebbero da fare tanti commenti... A come si fa a lasciare una barca in una condizione così... Mah.
Un bravo al fotografo.



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]