INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

10 Dicembre 2004 - 5 Febbraio 2005
regolamento invia foto! vincitori partecipanti


Sei un nuovo utente? Registrati!

il tempo


4° - il tempo

torna alla galleria ^^





commento del fotografo
Ringrazio Andrea e Simone per la paziente collaborazione!
autoreinformazioni sulla fotografia
Luca Brancolini

 alias Luke 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 9. Acqua
galleria: Acqua
macchina: Nikon D70
obiettivo: zoom NIKKOR AF-S DX 18-70mm
sorgente: digitale
tempo di posa: 1 sec
diaframma: f/16
focale: 105 mm
ISO: 200
bilanciamento del bianco: flash
luogo dello scatto: Casalguidi
data: 8 Gennaio 2005 - 16:35
data di upload: 12 Gennaio 2005 - 21:25

tags: acqua, studio
note tecniche: Per realizzare questo scatto ho montato la macchina fotografica sul cavalletto e ho fatto cadere le gocce nel recipente con l'acqua da una siringa senza ago. Per l'illuminazione il flash della macchina fotografica non andava bene perchè spara il lampo frontalmente e con un'angolazione che non permette di "vedere" le gocce e gli anelli formati dalle onde. Ho usato un vecchio ma efficiente flash di trent'anni fa alimentato da rete elettrica e che, se messo in corto circuito, emette il lampo anche se non è collegato ad una macchina fotografica.
Ho provato diversi contenitori per l'acqua e alla fine ho scelto un vassoio piano di metallo. Il vassoio mi permette di avere un'ampia superficie per il propagarsi delle onde e inoltre il basso livello dell'acqua dà "onde" più alte che nei recipeinti più profondi.
La macchina fotografica l'ho impostata su manuale e ho trovato l'esposizione corretta per tentativi.
Infatti non potendo sincronizzare il flash con l'otturatore e soprattutto con l'istante preciso in cui cadeva la goccia ho fatto così:
- ho coinvolto Andrea e Simone nell'esperimento, Andrea faceva cadere le gocce e Simone scattava mentre io azionavo il flash
- ho impostato il tempo di scatto su un secondo
- con qualche prova ho trovato che dalla distanza a cui tenevo il flash la corretta esposiizone si aveva con diaframma su f16. Il diaframma molto chiuso e la penombra in cui lavoravamo ha consentito di mantenere il lungo tempo di esposizione.
Una volta preparato lo "studio" abbiamo proceduto così: Andrea faceva cadere le gocce nel vassoio con la siringa, Simone scattava ogni sei secondi una fotografia (contavo a voce alta il tempo di ricarica del flash) e io flashavo tutti quanti.
In due giorni e 700 scatti ho ottenuto una cinquantina di foto decenti e una decina di belle fotografie.
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9 1
8 2
7
6 3
5
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 10 332°
punteggio 6.84 6.84
numero voti66
commenti0
visite542416
comunicazioni
segnalazione della giuriaPer la grande preparazione e lo studio che ha caratterizzato il "dietro le quinte" di uno scatto decisamente complesso. Per la passione e la determinazione nel realizzare qualcosa di grande valore artistico partendo dal semplice e geometrico moto ondoso delle gocce d'acqua su una superficie.
I dettagli nel capitolo 15. la Giuria, le Segnalazioni e le Esclusioni (e Fuori Tema) del regolamento di concorso.

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






Made in Japan
di Emanuele Nardoni


Hai già visto questo portfolio?
Ti invitiamo a scoprirlo e lasciare un commento all'autore.
commenti
    Jack  [4 Febbraio 2005 - 21:46]
E' la classica fotografia alla goccia d'acqua, ma poichè nessuno ci ha pensato, è bene premiarti a dovere, anche per la lunghissima e complessa preparazione. Non ti do il 10 solo perchè non mi piace il colore di fondo, e per il titolo che non mi dice niente; ma la messa a fuoco e la "qualità" sono impeccabili. Non ce l'avere con me per il voto mancato... :-)
    SAndro  [4 Febbraio 2005 - 11:50]
Questo voto alto te lo avrei dato lo stesso solo per il lavoro che c'è stato dietro, assolutamente da premiare e elogiare, oltreché da accogliere come un contributo prezioso nel testimoniare una passione e condividerla con gli altri.
Grande tecnica e grande preparazione, ingegnosa non c'è alcun dubbio. La foto è semplice nella sua forma finale, una goccia sospesa in un vortice di onde che si espandono. I toni solo appropriatamente delicati e la luce è pressoché perfetta.
Foto del genere sono state rese famose dal celebre fotografo Harold Edgerton negli anni '20-'30, che riusciva a intrappolare in scatti dal netto contrasto e dal dirompente potere grafico il comportamento dell'acqua (o del latte), quasi fosse un moto artistico, elegante e studiato nella sua precisa dinamica.
Il titolo è proprio brutto e per me c'entra poco con la foto, mi sembra pure forzato. Un po' più di fantasia nella scelta dei titoli?
    Tommy  [3 Febbraio 2005 - 20:53]
Stesso discorso delle gocce di vita. Qui la tecnica si esalta ulteriormente per concepire l'astruso marchingegno che ti ha permesso di scattare la foto, ma il risultato non è molto esaltante. Alcuni fotografi famosi hanno sperimentato lo stesso tema (di preferenza usavano il latte che rende ancora più scultoreo lo scatto) con ben altri risultati. Le onde non risaltano nel grigiore dello scatto e le goccioline sembrano piuttosto due particelle di sodio. Il momento più affascinante di questi scatti si ottiene quando la goccia d'acqua si fonde con il mare in cui sta cadendo, creando geometrie perfette e scultoree.
    Nick  [1 Febbraio 2005 - 19:50]
Le gocce sferiche immortalate immediatamente prima di toccare la superficie sono incredibili.
Le onde morbide danno l'impressione di essere corpose quasi che il materiale non fosse acqua ma mercurio.
In sostanza la foto è molto ben fatta, ma a differenza dell'altra tua creazione, questa non mi ha preso completamente.
    Lapo  [1 Febbraio 2005 - 17:24]
Colgo il collegamento tra questa e l'altra tua foto, l'acqua rappresentata sempre nella "goccia", sono stupefatto dal racconto della realizzazione, ma mi lascia perplesso il risultato. Piatto, monocromatico, sarei andato forse su un bn e credo che avresti potuto tagliare meglio l'immagine anche se a scapito del didascalico effetto dei cerchi concentrici. L'ombra a destra della goccia infastidisce un po.
    sisco!  [27 Gennaio 2005 - 01:58]
Ma valeva la pena tutto quel lavoro?
Indubbia la qualità tecnica dello scatto, bellissimo l'effetto della propagazione delle onde, semplice l'idea!
Le gocce perfettamente tonde rendono la scena irreale!

Preferisco il tuo scatto "gocce di vita", più vivo e meno piatto di questo, che per la sua perfezione rischia di essere eccessivamente finto!!
Ovviamente gusti personali, comprendo che il tuo intento era proprio quello di rendere tutto piatto e perfetto (fare dei giochi di luce e prospettiva tipo l'immagine "H2O" di Sandro?).
Comunque l'immagine resta bellissima, vivissimi complimenti!



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]