INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Zanzibar, l'isola delle spezie


di Gianluca Moretti
16 immagini - 1.59 mb
data di pubblicazione: 30 Aprile 2008

luogo: Zanzibar


tags: africa, viaggi, zanzibar

visualizza come slideshow

472 preferenze  vota

(1 commento)
visto 4189 volte

Share
Torna ai Portfolio




Zanzibar è un luogo magico....
un insieme di profumi speziati e varietà razziali, un'isola con alle spalle un passato importante fatto di dominazione Portoghese e Araba. Divenne il punto di raccolta degli schiavi neri, che presi nel continente africano venivano poi successivamente riuniti a Zanzibar prima di essere venduti e inviati verso il loro triste destino. Un protettorato Inglese la liberò da quest' indegno traffico fino alla sanguinosa rivolta del 1964, scatenata per conquistare l' indipendenza.
Da sempre le sue spezie sono state esportate in tutto il mondo, fino a pochi anni fa ne deteneva il primato con i chiodi di garofano, a periodi alterni si possono vedere stesi seccare al sole lungo i margini delle strade.

Posta a 6° sud dell'Equatore, l'isola è lunga circa 90 km e larga 45 km, ad ovest c'è la vicina costa africana mentre ad est è bagnata da un bellissimo Oceano Indiano dalle mille sfumature con la lunghissima spiaggia di Kiwengwa e Matemwe con sabbia bianchissima come talco. Più a nord si trova Ras Nungwi con una splendida spiaggia, all' interno l'isola offre la possibilità di piacevoli itinerari tra le piantagioni, alla scoperta di un mondo affascinante e dove l' odore delle spezie è intensissimo. Stone Town è il capoluogo con le sue case in muratura, antichi palazzi Arabi e il colorato mercato.

Zanzibar... un nome che ha sempre evocato fascino e mistero nell'immaginazione di tutti noi.

Karibuni .... Benvenuti!


reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage




GIANLUCA MORETTI
Nasce a Rimini il 7 luglio del 1968 e già all'età di 12 anni rivela una predisposizione naturale all'arte e alla pittura. Qualche anno dopo scoprirà casualmente il mondo fotografico trasferendo così la sua dote artistica dalla pittura alla fotografia. Inizia a fotografare con una vecchia fotocamera biottica di fabbricazione russa, apprendendo in fretta le basi della tecnica fotografica: totale controllo manuale dei tempi d'esposizione e dei diaframmi in base alla sensibilità della pellicola usata e delle condizioni di luce.

A 15 anni acquista la sua prima reflex, una macchina fotografica professionale, una Nikon f3 hp, in possesso solo ai fotografi professionisti, realizzando così un grande investimento. Decisivo è stato l'incontro con "Amedeo", un fotografo professionista che sarà di grande importanza per la sua crescita professionale. Durante il servizio militare (1987-1988) è il fotografo ufficiale della redazione "Noi Corazzati", rivista mensile dell'Esercito Italiano. Nel 1989 concorre ad una mostra fotografica, aggiudicandosi contemporaneamente il 1° e 3° posto.

Il suo interesse professionale è diventare un fotografo di moda, ma dovrà abbandonare quest'aspirazione, così come abbandonerà la fotografia. Inizia a viaggiare, scoprendo la passione per gli usi e costumi locali e riscoprendo anche la fotografia. Realizzando istantanee di viaggio cerca di trasmettere immediatezza e totale coinvolgimento in chi osserva le sue opere. Viaggia tra l'Estremo Oriente e il Continente Africano, di quest'ultimo ne subirà definitivamente il fascino approdando nel Dicembre del 1996 sull'isola di Zanzibar. L'Aprile del 2002 segna l'inizio di un nuovo percorso professionale, l'incontro con diverse persone, stimola la nascita di un cdrom fotografico e inizia una concreta collaborazione per favorire lo sviluppo di alcuni progetti artistico - culturali legati all'isola di Zanzibar. Una sua raccolta fotografica che illustra i colori, i paesaggi e gli abitanti dell'isola Africana, è esposta in occasione dell' International Film Festival presso l'Old Fort di Zanzibar (Tanzania) da Giugno ad Agosto 2002 e dal 30 Giugno al 07 Luglio anche presso il Serena Inn Hotel, di proprietà dell'Agha Khan.

Nel Dicembre 2002 realizza un libro fotografico dal titolo “Zanzibar l’isola delle spezie”.

Febbraio 2003 vede la sua  partecipazione all’ INTERNATIONAL AGFAnet PHOTO AWARD, sul tema “Silence” (Quiete), dove viene selezionato tra circa ottomila fotografi e inserito nei primi quaranta vincitori.

Ottobre 2003, viene realizzato un album portfolio dal titolo “Storie di Mare”. Trentaquattro immagini che raccontano il mare, le regate veliche, gabbiani, tramonti, pescatori.

Ottobre 2004, dal 16 al 18 presso l’Hotel Torri Sheraton di Chicago (USA), partecipa alla promozione presso gli Editori Americani dei fotografi di moda Italiani, all’evento “Fotografi di moda e modelle, talento, stile e grazia dall’ Italia - Amazing Italian Fashion World”.

Partecipa alla Collettiva “ARTE CONTEMPORANEA IN ESPOSIZIONE”, presso la Galleria d’Arte “Artelier” di Milano, dal 06 al 16 Novembre 2004.

Nel giugno 2005 inizia a collaborare con il portale di RomagnaSport, dove si occupa di vela a livello fotografico e ne cura anche i comunicati stampa.

Settembre 2005, realizza la campagna immagine del ristorante "Il Quartino".
L'evento Italiano della LOUIS VUITTON CUP 2005, lo vede impegnato per gli Acts di Trapani, le sue immagini sono pubblicate sui siti RomagnaSport, Velisti Per Caso, e richieste da privati.

Ottobre 2005, le sue fotografie del 17° GiroVela vengono pubblicate sul sito di Velisti Per Caso, a completamento di un articolo.
Dal mese di Agosto 2007 si occupa dell’ immagine del gruppo musicale rock ”Sante’s garage”.

Settembre 2007, il sito internet ARSbox  lo proclama artista del mese.

Novembre 2007, è il fotografo del pilota di rally Daniele Sbrighi al 6° Ronde del Rubicone.

Il 2007 vede la realizzazione di diversi books  fotografici: Coppa America 2007, Bikers, Golf, Sante’s garage, Rally.

Marzo 2008, realizza per il duoMo hotel di Rimini un libro fotografico che è parte della dotazione nelle suites, come soggetto l'hotel stesso, progettato dal famoso architetto israeliano Ron Arad.



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  Melanarni  [11 Luglio 2008 - 00:11]
...non credo che l'immagine con la bambina e la "porta" l'hai messa per evidenziare la porta.Allora non mi sono sbagliata di molto a valutare la tua foto in galleria "PORTE"...



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]