INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Tunisia ieri


di Antonio Ulzega
15 immagini - 2.92 mb
data di pubblicazione: 18 Febbraio 2013

luogo: Tunisia
periodo: anni '70


tags: africa, camera oscura, tunisia, ulzega

visualizza come slideshow

222 preferenze  vota

(4 commenti)
visto 2358 volte

Share
Torna ai Portfolio




TUNISIA IERI


Decenni fa la Tunisia era la terra d'Africa a poche miglia dalla Sicilia e dalla Sardegna dove con poche ore di navigazione si poteva sbarcare ed entrare in un altro mondo. 
Si tornava poi sulla sponda europea del Mediterraneo con i rullini impressionati a testimoniare quel mondo. 
In "camera oscura" il fotografo, coniugava quindi il suo sentire della realtà  fotografata con la chimica dei bagni, delle carte e con la luce dell'ingranditore. 

Oggi è difficile trovare in commercio pellicole, bagni, carte e soprattutto trovare il tempo necessario per le lunghe sedute in camera oscura, ed ecco allora, partendo da vecchie foto della Tunisia, l'idea di realizzare in una "camera oscura virtuale" una simulazione dell'antico mediante un moderno programma dedicato.




>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage



>> Guarda in modalità SLIDESHOW


Fotocamere e pellicole varie, intorno agli anni '70 del secolo scorso.



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  LightWriter  [12 Aprile 2013 - 12:30]
Quando quasi due mesi fa sono passata dal tuo altro reportage sulla Tunisia le tue foto erano foto dell'attualità tunisina della fine degli anni '70; erano anche, però, con tutta probabilità quello che avremmo visto anche nel 2010 e forse anche oggi applicando i tuoi suggerimenti per evitare il circuito obbligato del turista moderno. Il colore le manteneva in un ambito di contemporaneità. Questa patina di "passato", non voglio dire antico e neppure vecchio, molto ben riuscita che hai voluto dare alle stesse immagini, nonostante alcuni piccoli dettagli "moderni" catapulta - il termine non è esagerato - nei territori di quel tratto di costa africana che ritrovo, perfino in fisionomie, pose e sguardi in tralice, in certe foto di famiglia dei primi due decenni del secolo scorso.
  melisendo  [12 Aprile 2013 - 06:07]
X kruger: sul tuo giudizio che le foto siano "penalizzate" da questo trattamento non ho nulla da eccepire, è un tuo giudizio ed è pertanto insindacabile, tuttavia devo chiarire cosa mi ha portato a questo tipo di elaborazione.
Il 20 gennaio 2010 ho presentato in questo sito le stesse immagini nel reportage dal titolo "In Tunisia" partendo dalla pura scansione di dia del 1979.
Recentemente ho ripreso quel reportage, ho ripreso quelle immagini e le ho rielaborate una ad una in quella che mi piace chiamare "camera oscura virtuale".
Nulla di "automatizzato", bensì per ciascuna immagine studio attento dei toni, del contrasto, della luminosità, delle maschere, della grana, ecc. ecc. esattamente come si faceva nella "camera oscura" con pellicola, carta, ingranditore, bagni e quant'altro.
Ovviamente il tutto con programmi dedicati con i quali intervenire sull'immagine sino ad avere il risultato da me desiderato.

  kruger  [10 Aprile 2013 - 19:39]
Mi ha colpito l'uso automatizzato di questo tipo di filtro "antichizzante" che a mio giudizio ha penalizzato le foto. 
  Christian  [27 Febbraio 2013 - 00:10]

per me che non ho dimestichezza con rullini e camere oscure (non che io abbia 15 anni, ma la fotografia è una passione recente...) la sensazione di antico pare riuscita veramente bene! A parte la tecnica di sviluppo, moderna o antica, questa serie mi piace moltissimo di per sé,  specialmente dove hai colto quei momenti di vita quotidiana che ci raccontano qualcosa del luogo e di quel tempo, come la 6 la 7 e la 10.




Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]