INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


The Cameroun Game


di Sergio Sbardellati
15 immagini - 1.19 mb
data di pubblicazione: 21 Settembre 2010

luogo: Camerun


tags: africa, animali, caccia, came, camerun, gioco, sbardellati

visualizza come slideshow

202 preferenze  vota

(7 commenti)
visto 2894 volte

Share
Torna ai Portfolio




The Cameroun Game

Queste foto del 1991 sono tratte da una serie di immagini riprese durante una battuta di caccia grossa durata diversi giorni in una concessione di caccia a sud di Ngaunderè, in Cameroun.
La riserva era molto estesa con un solo campo base, sul quale bisogna convergere a fine giornata, salvo pernotti all'addiaccio per imprevisti. Ci si spostava in Land Rover sulle poche piste agibili e fin dove possibile, quindi si proseguiva a piedi per ore scavalcando colline sempre uguali al seguito dei cercatori di tracce.

L'oggetto principale della battuta era un maschio di Elan di Derby, grande antilope dal trofeo molto ambito.
Nella vasta area c'erano tutti i Big Five, ma non erano stati inclusi nelle richieste di abbattimento governative. Quindi una caccia finalizzata all'Elan ma in un ambiente ostile per la presenza di altre specie.

Il vissuto di quei giorni, le emozioni, e quanto visto di eccezionale fare da uomini ed animali meriterebbero altro spazio.

Da allora non ho più partecipato a battute di caccia grossa ma ho cestinato alcuni pregiudizi che avevo sulla caccia, (ovviamente quella autorizzata, e con tasse di abbattimento congrue a beneficio delle popolazioni locali e della conservazione delle specie).

Le foto dell'epoca sono state rivisitate con quel mix di foto - grafica –pittorica che ultimamente sto sperimentando e che già appare nella precedente serie con i provini analogici. Il risultato finale è riconducibile ad alcuni lavori di Peter Beard , anche per quella passione per l'Africa alimentata da radici  mentali e sensitive che un viaggiatore a tempo determinato purtroppo riuscirebbe solo ad intuire.


>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





reportage





>> Guarda in modalità SLIDESHOW
Le immagini che vi sottopongo sono state realizzate con Olympus OM1 ed OM2 con ottiche Zuiko.



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  thomas  [18 Marzo 2011 - 11:06]
Un gran lavoro, originale e ben realizzato.
Ottimo risultato.
  melisendo  [6 Ottobre 2010 - 00:07]
Malgrado non ami la caccia, devo dire che questo reportage esce in modo prepotente dagli schemi della documentazione di un viaggio, di un'esperienza....

Affronti qui il difficilissimo tema della comunione tra fotografia pura ed espressione artistica intesa come fantasia compositiva; la tua conoscenza pittorica ti ha permesso, in questo caso, di produrre immagini pregevoli di cui riconosco il valore nella forma e nel contenuto.

Ti faccio i miei complimenti per l’audacia della sperimentazione e per gli ottimi risultati ottenuti.

Non posso non notare che anche tu attingi volentieri dal tuo archivio fotografico, cosa che trovo assolutamente corretta ed opportuna per chi come noi ha alle spalle un lungo vissuto.

PS non ricordo di aver mai avuto sconti nella vita, quindi sono d'accordo con te: nessuno sconto a nessuno!

  SAndro  [29 Settembre 2010 - 16:05]
Un lavoro bellissimo e anche difficile da commentare, perché ci sarebbe molto da dire.
Dico solo che è stato selezionato dallo staff di PhotoCompetition per la seconda esposizione ufficiale!
Questo il link. Da vedere anche nella "versione video".

  Rosa  [26 Settembre 2010 - 16:52]
Ecco qui siamo proprio su livelli altissimi. Una serie completa e ben organizzata. Come ho avuto modo di dire in passato adoro la contaminazione di tecniche artistiche. Sergio quando mi regali una foto da appendere a casa???? 
  kruger  [24 Settembre 2010 - 19:46]
Vorrei evidenziare che le foto originali sono state realizzate con Olympus OM1 ed OM2 con ottiche Zuiko e non ovviamente con la Canon digitale che appare ,per refuso, a fine portfolio. Le ultime due foto appaiono  solo sull'icona piccola.
  Griccio  [22 Settembre 2010 - 13:55]
Lavoro originalissimo e molto raffinato: ogni foto non è riproducibile, assume allora al ruolo di opera artistica. L'occhio dell'elefante è il mio preferito! 
Spero poter vedere le opere dal vivo un giorno non troppo lontano!
  Il Lele  [21 Settembre 2010 - 08:50]
un bellissimo lavoro nel complesso e delle bellissime fotografie. penso sia stata una di quelle esperienze i cui ricordi saranno sempre vivi e nitidi.



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]