INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Strade di Madrid


di Simone Scortecci
8 immagini - 726 kb
data di pubblicazione: 8 Agosto 2009

luogo: Madrid
periodo: luglio 2008


tags: città, madrid, persone, rua, strada

visualizza come slideshow

312 preferenze  vota

(5 commenti)
visto 2821 volte

Share
Torna ai Portfolio




Per comprendere una città, ed in particolare una città nuova e da scoprire, occorre camminare per le strade, sfiorare le persone, invadere gli spazi pubblici, penetrare nella cultura del luogo. Per questo amo passeggiare nelle piazze, nelle vie, osservando e tentando di coglierne l'atmosfera più che la visione di dettaglio, respirando assieme a coloro che in quel momento fanno parte (e creano!) la città stessa.

In questa breve raccolta fotografica ho voluto presentare Madrid in una di quelle parti che mi ha maggiormente colpito: la strada. La strada come spazio pubblico libero, come luogo di appuntamento, come contenitore di socialità, come memoria storica. E' la vita della strada che rappresenta con grande forza la capitale spagnola, è qui che ho passato gran parte del mio tempo, diviso tra esplorazione e divertimento, tra giorno e notte.
Poche foto dove cerco di sottolineare la mia personale visione dei colori, dei suoni, dei rumori e degli odori che ho percepito in quella che considero la vera linfa vitale di Madrid.



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage




Tutte le foto sono state realizzate con Canon EOS 400D obiettivo Canon EF-S 18-55 II



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  melisendo  [31 Luglio 2015 - 16:35]
sisco....dove sei? 
Sei anni fa ti dissi di non farci aspettare troppo, ma il tempo continua a passare e noi aspettiamo ancora.
  SAndro  [25 Agosto 2009 - 12:52]
Ahaha... il reportage a sorpresa di Simone. A sorpresa anche per Simone!
E' così bella e "completa" questa serie che è un peccato non mostrarla. Ogni tanto bisogna darti una spinta e una scadenza altrimenti rimani lì a metà strada, sospeso tra mille pensieri e infinite complicazioni :-)

Invece questo reportage secondo me è proprio riuscito. Il tema che hai scelto è originale e, come sempre, anche il trattamento delle immagini. Le tue fotografie non vanno lette come le altre, perchè sono più complicate, meno definite e comprensibili. Richiedono uno sforzo maggiore di attenzione e analisi.
Vanno capite.
Strade assolate e ombre nette, figure distanti e solo tracciate. Composizioni rigidissime e perfette, architetture che creano scenari disseminati di piccoli ma indispensabili "punti" che riempiono lo spazio di colore e intensità.
Sono le immagini che è difficilisimo da scattare in viaggio, perché frutto di attenta osservazione del luogo e di riflessione. Ecco, sono appunto riflessive e per questo vanno viste più volte per essere davvero apprezzate. Meriterebbero anche maggior spazio, adatte ad una mostra o ad una serie anche più corposa.

Il working in progress è normale che abbia degli step intermedi di esposizione. Questo non preclude che venga proseguito, anzi, può fornire indicazioni e impulso su come e dove andare.
  melisendo  [14 Agosto 2009 - 18:26]
Bene, da un embrione si svilupperanno sicuramente cose molto belle, viste le premesse. A questo punto possiamo solo pregarti di non farci aspettare troppo! Haiò!
  sisco!  [14 Agosto 2009 - 09:27]
Beh, detto onestamente questo reportage nemmeno doveva essere pubblicato. In realtà è un lavoro non finito che avevo messo in standby da mesi, promettendomi di migliorare molti aspetti delle immagini, che a mio avviso risultano non molto interessanti, se non per gli aspetti che hai correttamente segnalato: io lo prendo come un embrione, come un lavoro appena iniziato. Vi chiederete perché allora è stato pubblicato? Me lo chiedo anche io...
  EnneKappa  [12 Agosto 2009 - 16:38]
Mi piace un sacco come sei riuscito a rendere i colori e i contrasti delle foto omogenei. E gli scorci con le poche persone sono fantastici! Stupendo! La terzultima è la mia preferita.



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]