INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Quel treno per Arbatax


di Antonio Ulzega
14 immagini - 2.69 mb
data di pubblicazione: 6 Marzo 2013

luogo: Arbatax (Sardegna)
periodo: 1972


tags: arbatax, mandas, sardegna, treno, ulzega

visualizza come slideshow

173 preferenze  vota

(7 commenti)
visto 3113 volte

Share
Torna ai Portfolio




QUEL TRENO PER ARBATAX


Alla fine del 1800 veniva completata la più importante delle linee ferroviarie a scartamento ridotto della Sardegna: partendo da Cagliari il percorso si snodava in direzione nord-est e dopo avere attraversato il Campidano, la Marmilla,  il Sarcidano, la Barbagia ed infine l'Ogliastra giungeva al porto di Arbatax.

Circa 200 chilometri attraverso territori dapprima di piane e colline abitate e coltivate e poi di paesaggi selvaggi dominati da foreste millenarie e impervi massicci montuosi pressochè deserti.

Oggi la linea è attiva dal paese di Mandas, a circa 40 km da Cagliari, fino ad porto di Arbatax (160 km) esclusivamente nel periodo estivo con finalità turistiche, mantenendo intatto il fascino antico del suo percorso.

Questo reportage si riferisce all'inizio degli anni '70 del secolo scorso, quando ancora la linea era attiva; abbandonate nel 1962 le motrici a vapore, venivano allora utilizzati i locomotori diesel elettrici LDe con carrozze passeggeri e vagoni merci e le locomotrici diesel elettriche ADe, le cosiddette littorine, per passeggeri e servizio postale. 

Sardegna, Mandas Arbatax, 1972




>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage


reportage
Nella stazione di Mandas


reportage
Passeggeri e ferrovieri


reportage


reportage
Il locomotore diesel elettrico LDe


reportage
Scambi


reportage
La stazione di Sadali


reportage
Serbatoio d'acqua per la motrice e vapore


reportage
La stazione di Villanovatulo


reportage
Sosta a Seui


reportage
Nel cuore della Barbagia


reportage
Sosta alla fonte per bere e rinfrescarsi dei macchinisti


reportage
In Ogliastra


reportage



>> Guarda in modalità SLIDESHOW



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  Aissela  [19 Ottobre 2014 - 16:30]
Belle foto, mi piace quando si racconta la storia.
  Andreanix  [12 Aprile 2013 - 18:25]
questo e' un lavoro molto piu'  interessante e ricco  emotivamente.  L'invecchiamento delle foto e' un capolavoro
  melisendo  [12 Aprile 2013 - 06:28]
X kruger: ricordando quanto ho già esposto nel commento al reportage "Tunisia ieri", aggiungo che quello che tu chiami "filtro" è in realtà un programma, o meglio più programmi, piuttosto complessi, che permettono di "controllare" perfettamente ogni aspetto dell'immagine.
Il fatto che il risultato, in questo caso l'invecchiamento, non ti piaccia è una tua considerazione del tutto personale, e tant'è, ma permettimi di andare avanti con la sperimentazione che oggi si può fare con i nuovi mezzi informatici come prima si faceva in camera oscura con la chimica e la luce.
Sarebbe triste abbandonare la sperimentazione, anche se i risultati non sono di pieno gradimento per tout le monde. 
Ti ringrazio per l'attenzione e per avermi dato modo di chiarire il senso delle mie scelte.
  kruger  [10 Aprile 2013 - 19:41]
Vle quanto detto nell'altro portfolio. Ti consiglierei di abbandonare questo filtro ,che non si controlla e che rende tutte le foto inutilmente vecchie.
  lacky  [26 Marzo 2013 - 11:29]
complimenti le foto vintage ti catturano e ti catapultano direttamente nel 1800
  murcog  [17 Marzo 2013 - 11:08]
 il valore documentativo di questi scatti di qualche anno fa sono la oggettiva dimostrazione del valore stesso della fotografia. 
 Roberto Gabriele [7 Marzo 2013 - 10:43]
BELLISSIMO LAVORO!!!

Un vintage autentico, allora era già un pezzo di storia, oggi assume un valore documentaristico impressionante.

Grande Antonio!!!!



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]