INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Praga (II° parte)


di Sandro Rafanelli
16 immagini - 681 kb
data di pubblicazione: 20 Ottobre 2005

luogo: Praga
periodo: 17-19 Dicembre 2004

visualizza come slideshow

458 preferenze  vota

(5 commenti)
visto 16849 volte

Share
Torna ai Portfolio



Continuiamo il viaggio a PRAGA.
In questa seconda parte del reportage andiamo nel quartiere caratteristico di Malà Strana, faremo un giro in battello sulla Moldava, poi saliamo al castello Hradcany e infine un tuffo nel ghetto ebraico.


Prima di partire per Malà Strana, un'ultima occhiata alla Città Vecchia e poi di corsa in bus al di là del fiume.
Il nome di Hus, riformatore religioso e simbolo di integrità, è legato al momento più alto e tragico della storia di Praga, qui sotto il suo monumento nella piazza principale.


Monumento a Jan Hus



MALA STRANA

Il Piccolo Quartiere è la zona di Praga meno toccata dal passato più recente. Qui l'attività edilizia si è pressoché arrestata alla fine del '700 e il quartiere è ricco di splendidi palazzi e case dalle belle insegne. Fondato nel 1257, si estende sulle pendici della collina del Castello e offre stupende vedute della Città Vecchia, al di là del fiume. Il centro del Piccolo Quartiere è sempre stato la sua piazza (Malostranské Namestì), dominata dalla chiesa di San Nicola. Sull'isola di Kampa gira ancora il mulino del Gran Maestro e da chiese e palazzi continua a riecheggiare la musica, come accadeva ai tempi di Mozart.

Il servizio pubblico è molto efficiente, ci sono tre linee metropolitane e una fitta rete di tram che coprono tutta la città con ridotti tempi di attesa. Ah dimenticavo, costano pochissimo!!


I tram che sfrecciano in centro


Il modo migliore per gustarsi questa parte della città è passeggiare nelle pittoresche stradine del borgo.


Un angolo di Malà Strana



il CASTELLO HRADCANY

Salendo al castello per una lunga scalinata si può ammirare il panorama della città e finire con lo sguardo verso la più lontana parte moderna con torri e grattacieli.


Panorama della città


La storia di Praga è strettamente legata alla storia del suo Castello, fondato nel IX secolo dal principe Borivoj. La sua posizione dominante, alto sulla Moldava, ne fece presto il centro del regno dei Premyslidi. Gli edifici racchiusi tra le sue mura comprendevano un palazzo, tre chiese e un monastero. Nel 1320 fuori della cinta muraria fu fondata una città chiamata Hradcany. Il Castello fu più volte ricostruito, in particolare sotto Carlo VI, ma è durante il regno di Rodolfo II che visse la sua epoca più splendida con la ricostruzione in stile rinascimentale dopo i gravi danni di un incendio nel 1541. Dal 1918 è sede del presidente della Repubblica.


Il Castello visto dalla Moldava al tramonto


La cattedrale di San Vito che si staglia enorme nel cortile centrale del castello e che si può ammirare dalle sponde del fiume, è il simbolo e il monumento più significativo di Praga. Iniziata nel 1344 venne completata da architetti e artisti nel XIX e XX secolo. All'interno è sepolto San Venceslao e sono conservati i gioielli della corona.


La cattedrale di San Vito


All'interno del Palazzo Reale uno splendido salone con soffitto a volte.
Da lì si accede alla Scala dei Cavalieri. L'ampia e agevole scala a volte gotiche era usata dai cavalieri che la salivano a cavallo per recarsi nella sala Vladislao, dove si svolgevano i tornei.


Particolare della decorazione della Scala dei Cavalieri


Sala del palazzo vecchio


Da segnalare per la visita del castello, il palazzo reale, il convento e la basilica di San Giorgio, il Vicolo d'oro, la galleria del castello e la torre delle polveri.


in BATTELLO sulla MOLDAVA

Subito di corsa in metro, notate che belle stazioni, e poi a raggiungere il punto di ritrovo per il battello.


Fermata della metro a Malà Strana


Mentre ci si rilassa gustando una merenda con tè e dolcetto (a dire il vero un condensato di zucchero!!!), scorre il paesaggio che accompagna il fluire della Moldava. Le sponde della città, la ricchezza dei palazzi e i colori al tramonto che esplodono, rendono la gita indimenticabile.


Il Ponte Carlo


Giunti fin sotto il famoso Ponte Carlo, torniamo indietro ricordandoci di visitarlo da sopra!

Una gita sulla Moldava offre una vista unica di molti monumenti storici della città. La riva sinistra ha ospitato il primo insediamento slavo, nel IX secolo, ma è sulla riva destra, densamente popolata di mercanti, che sono fioriti i traffici e i commerci. Queste diverse caratteristiche sussistono tuttora: la riva sinistra ha avuto uno sviluppo meno intenso e ospita ancora numerosi parchi e giardini. La bellezza del fiume è accresciuta dalla presenza di numerosi e eleganti cigni.


Un altro battello naviga tra le quiete acque del fiume


La luce del tramonto rende tutto magico.


Un suggestivo scorcio di un palazzo su un'isola in mezzo al fiume



ARRIVEDERCI PRAGA ! ! !

Un tuffo nel quartiere ebraico e nella strana e incantata atmosfera che lo avvolge.
Benchè il vecchio ghetto sia scomparso, molto del fascino antico della zona è rimasto nelle sinagoghe intorno al vecchio cimitero, mentre le strade più recenti sono fiancheggiate da deliziosi edifici Art Nouveau.


Palazzi di fronte al cimitero ebraico


Una pausa prima di ripartire di nuovo, un ultimo abbraccio a Praga, che ci ha ammaliato e incantato.


Una cioccolata calda in un caffè caratteristico



il Tram Cafè, un vecchio tram trasformato in caffè al centro di piazza Venceslao



Un omaggio ai miei allegri compagni di viaggio


Vi consiglio di visitare questa incredibile città, ne rimarrete veramente stupiti, credetemi. E' una delle capitali europee più affascinanti.

Per raggiungere Praga ci sono voli comodi da Bologna o Roma (Fiumicino) con la Czech Airlines. Vi consiglio di rimanere almeno 4 giorni, gli alberghi sono molto belli e costano poco; anche la cucina locale è buona anche se molto pesante, però evitate i locali nelle zone più turistiche, sono costosi e offrono un menù meno caratteristico. I periodi di visita consigliati possono essere Natale, in cui godrete al meglio dell'atmosfera della città ma fa molto freddo, può capitare di trovare anche la neve; altrimenti si può visitare in primavera, dove il clima è variabile ma la temperatura è più mite, unico neo le folle di turisti che letteralmente sommergono il centro. Visitate la città vecchia, Malastrana, il borgo del castello e sopratutto dedicate qualche ora per un giro in battello sulla Moldava, costa poco e vi offrono pure il pranzo o la merenda.

Spero vi sia piaciuto questo viaggio assieme a me alla scoperta di Praga. Grazie della paziente lettura e attenzione e... al prossimo viaggio!


Fotografie realizzate con corpo macchina Canon EOS 300D.



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:




commenti
  Justinawind  [14 Settembre 2015 - 01:57]
Il fotoreportage magnifico, bellissime le foto e grandiosa la descrizione, leggerlo è stato un piacere.
  Monyca  [21 Marzo 2011 - 19:03]
Molto belle. io prediligo le foto delle citta', perche' fanno un po' viaggiare stando a casa. Praga mi sembra una citta' molto colorata dalle tue foto ^^
 angi e angy [11 Dicembre 2007 - 11:36]
ad aprile anche tutta la nostra classe andrà a Praga!!non vediamo l' ora!Praga aspetttttttaci!
 Laura (da Massa Carrara) [21 Agosto 2006 - 21:27]
Ciao, sono una ragazza Toscana di 26 anni.
Giorni fa ho prenotato con gli amici una vacanza a Praga per il periodo natalizio. Navigando su Internet sono capitata tramite un motore di ricerca sul tuo sito. Ti faccio i complimenti perchè attraverso le tue foto sento già di respirare l'aria di Praga. Il tuo sito è utilissimo e le foto molte belle.
Io starò solo dal 26 (arriviamo alle 15) al 30 Dicembre purtroppo (partiamo alle 14), ma di piu' non potevamo stare. Spero di visitare al meglio questa meravigliosa città.
  sisco!  [26 Ottobre 2005 - 14:54]
Pure in battello, bravo, questa mi manca!
Immagino avrai apprezzato i mulini che costeggiano la vltava (si scriveva così in ceco?), così come i locali, splendidi ed accoglienti, pronti a fornirti litri di birra ad un prezzo ridicolo!
Fondamentale, come suggerisci pure te, allontanarsi dalla zona più turistica; è nel quartiere ebraico che trovi i ristorantini più carrateristici, ed è nella periferia che respiri la vera essenza della città!
Ottimo reportage, grazie per avermi fatto rivivere le magie di questo capolavoro urbano!



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]