INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


La Patagonia Cilena


di Antonio Ulzega
15 immagini - 1.38 mb
data di pubblicazione: 29 Aprile 2009

luogo: Patagonia


tags: antartide, chatwin, cile, patagonia, ricerca, sepulveda, viaggio

visualizza come slideshow

547 preferenze  vota

(8 commenti)
visto 4572 volte

Share
Torna ai Portfolio




Leggendo gli scritti di Sepulveda, o del viaggiatore Chatwin, o del navigatore solitario Slocum,  o dei tanti altri che hanno vissuto la loro esperienza e scritto della Patagonia, viene spontaneo a noi tutti volare con la fantasia su quei territori tanto lontani e ancora vagamente misteriosi.
Poi un giorno ti trovi lì, a Punta Arenas o a Porvenir, o alla Cueva del Milodon o a Puerto Natales e realizzi che sei in quello che molti chiamano “il culo del culo del mondo”.

Ti chiedi com'è che sei arrivato fin quaggiù, anche se in realtà, finchè è possibile, sono solo poche ore di volo da Santiago o da Puerto Montt, ma soprattutto ti chiedi che ci fai lì!
Fra pochi giorni comincia l’inverno australe, il vento ed il freddo spazzano già le piane ed i canali, le grandi mandrie rientrano nelle estancias, le stufe cominciano a consumare i grandi mucchi di legna tagliata per i prossimi lunghi mesi.

Nella stazione di ricerche antartiche, che mi ospita per gli studi sugli ambienti periglaciali, tutto è pronto per ricevere il grande freddo, mentre in Italia fa capolino la primavera.



reportage

Stretto di Magellano, presso Punta Arenas. Relitto della Fregata



reportage

Stretto di Magellano. Sullo sfondo la Terra del Fuoco



reportage

Il Nandù della Patagonia



reportage

Stretto di Magellano



reportage

Estanceros



reportage

Estancia a Villa Theuelches



reportage

Morro Chico



reportage

Estancero



reportage

Puerto Natales ed il suo fiordo



reportage

Raffiche di vento sul Lago proglaciale Sarmento de Gamboa



reportage

Guanacos



reportage

Il Lago Grey



reportage

Iceberg nel Lago Grey



reportage

Iceberg



reportage

Tra le nuvole, i picchi di Torres del Paine



Fotocamera Nikon F Photomic con obbiettivi  Nikkor 28, 50 e 135 mm e pellicole Kodakchrome 25 ed Ektachrome 64.



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  Christian  [1 Dicembre 2015 - 14:52]
Ripercorrendo a ritroso la sezione portfolio e rivedendo tanti vecchi lavori mi convinco sempre più di quanto la fotografia possa, a volte, rappresentare il suo autore. Forse è anche un po’ una suggestione, ma nella scelta dei soggetti di Antonio, questi bellissimi luoghi, paesaggi grandiosi e selvaggi (che un giorno, spero, visiterò anche io), nei suoi abitanti solitari e forti, tutto rappresentato con immagini pulite, in genere con poche o nessuna elaborazione e comunque sempre fedeli alla realtà, credo emerga qualcosa della personalità del fotografo, forse dei sogni o desideri, o perfino del modo di intendere la vita; comunque qualcosa più personale, che va ben oltre la descrizione dei luoghi stessi… 
  melisendo  [2 Settembre 2010 - 18:53]
Lurenzo, solo oggi leggo il tuo commento a questo reportage e sapere che conosci quei luoghi mi fa molto, molto piacere.
Da buon (?) geologo conosco bene il diario di Darwin e sono stato in vari luoghi che ha descritto (tra gli altri la magnifica costa di Cucao nel Ciloè).
Sono stato pure più volte nel nord, da Antofagasta a Iquique ad Arica, nelle pampas, come pure sulla cordigliera boliviana, e la regione dei laghi da Temuco a Puerto Montt. Ho ancora tanto materiale per altri reportage, ma piano piano.
Tu hai fatto fotografie? perchè non fai anche tu reportages sul Cile o sulla Bolivia?
  Khun Lorenzo  [14 Giugno 2010 - 16:53]
Carissimo grazie del tuffo nel passato! ho vissuto in chile nel 2007 e davvero ho ancora il glaciar grey, los cuernos, il rifugio chileno (e italiano!) e il maestoso paine impressi e vividi nella mente!
davvero il chile e' un paese pazzesco, spero tu abbia visitato anche il nord di atacama e uyuni (bolivia) e la magnifica regione dei laghi...altrettanto mozzafiato. Se poi non lo avessi letto, ti consiglio Diario di un viaggiatore di Darwin, con tutte le sue scoperte in terra chilena. A presto, Huevon!
  Sanminiato77  [18 Novembre 2009 - 18:10]
Wow! Chissà perché non avevo ancora visto questo tuo reportage!
Splendido!! Uno dei miei preferiti, tra i tanti che hai fatto!
Immagini davvero mozzafiato.. e mi si stringe il cuore dal desiderio di vedere anch'io queste meraviglie con i miei occhi!!
Grazie per avercele mostrate!
  Rosa  [17 Maggio 2009 - 17:50]
Bellissimo e molto emozionante.....un lavoro veramente superiore.
  SAndro  [5 Maggio 2009 - 11:15]
Con un pizzico di sana invidia per il tuo viaggio che chissà se riuscirò mai a fare, non posso che rimanere senza fiato nell'ammirare queste fotografie.
Quello che mi ricorda è il diario di viaggio, come quello di Bruce Chatwin nel suo "In patagonia", dove però più che descrivere paesaggi mozzafiato si concentrava su persone e incontri.
I tuoi incontri sono con la natura stessa, col luogo "in persona", i "personaggi" che incontri sono le praterie, i ghiacchi, gli animali, i relitti della civilizzazione e le montagne.
  Il Lele  [4 Maggio 2009 - 09:02]
Bravo Antonio, condividiamo la stessa passione per i viaggi, e le tue immagini riportano in mente anche a me le sensazioni che provo quando sono lontano da casa in quei posti magnifici.

Trovo che la forza delle tue foto sia per me il loro essere naif, inteso nel senso migliore che si possa dare a questa parola: semplici, dirette, non filtrate. complimenti sinceri
  EnneKappa  [29 Aprile 2009 - 00:17]
Raramente ho visto luoghi così belli e foto che li rappresentano così degnamente.
Spero di vedere tanti altri tuoi reportage!



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]