INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Il volo del Condor


di Antonio Ulzega
15 immagini - 1.65 mb
data di pubblicazione: 3 Agosto 2009

luogo: Ande


tags: ande, cile, condor, ulzega, volo

visualizza come slideshow

405 preferenze  vota

(10 commenti)
visto 4744 volte

Share
Torna ai Portfolio




Da Santiago del Cile verso i deserti del nord o verso i ghiacciai del sud il Condor vola tra la costa pacifica e la Catena Andina, con il sole che passa da oriente ad occidente nelle diverse ore della giornata.
Lungo i cinquemila chilometri che separano i territori freddi e umidi della Terra del Fuoco dai deserti della Pampa di Parinacota ed Arica, al confine con il Perù, il Condor segue l'incredibile continuo cambio di scenari delle Ande. I picchi di Torres del Paine, le strette valli glaciali con i fiordi profondi e misteriosi, la distesa di cime innevate, i vulcani della regione dei laghi, sù sù verso gli aridi altopiani cileno-boliviani.
Sono i paesaggi su cui scivolano silenziose le ampie ali dei Condor che ancora oggi è possibile vedere stagliarsi contro cieli limpidissimi.


reportage

E’ l’alba: verso oriente il sole illumina le pianure dell’Argentina, mentre ad occidente sul Pacifico appena albeggia



reportage

In discesa verso Santiago



reportage

Tavolozza di colori delle rocce messi in evidenza dagli imponenti processi di erosione delle valli



reportage

Da Santiago verso nord



reportage

I possenti strati di rocce varicolori piegati e sollevati dalla tettonica andina, che ancora è ben attiva con i terremoti ed il vulcanismo



reportage

I colori delle rocce, l’erosione, le nevi, i ghiacciai



reportage

I rilievi alla base della cordigliera interna, passando dall’ambiente temperato-umido del centro al caldo-arido del nord



reportage

La aridità assoluta, la totale assenza di suolo e quindi di vegetazione, fanno risaltare i differenti colori delle rocce delle varie formazioni geologiche



reportage

Una grande miniera di rame tra Antofagasta e San Pedro de Atacama nell’arido altopiano della Pampa Chuquicamata



reportage

Verso sera. Il Condor vola a sud



reportage

L’ultimo sole sugli altopiani, volando verso il freddo del sud



reportage

Passato Puerto Montt, lasciando ad ovest la Isla de Chiloè, le valli misteriose di Chaiten



reportage

I fiordi penetrano per decine di chilometri all’interno delle valli glaciali di Puerto Aisen



reportage

Il Condor vola sui Campi de Hielo Norte e Sur e sui ghiacciai vallivi dove la Ruta Panamericana è costretta a passare in Argentina per rientrare in Cile nella Patagonia di Puerto Natales



reportage

Il sole cala ormai sugli imponenti torrioni granitici di Torres del Paine, e lì termina il volo del Condor


Fotocamere  Leica M3 con Leitz Summicron 50 e Sony DSC-828 con Zeiss Tessar 20-200

Email: antonioulzega@hotmail.it



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  Monyca  [5 Ottobre 2012 - 22:12]
Spettacolari. Sembrano luoghi dove l'uomo non e' ancora arrivato o comunque non ha potuto metter mano. Molto suggestiva quella della miniera
  Milkyway  [28 Marzo 2010 - 15:04]
però quella di Puerto Natales è meravigliosa ^^ !!!
  Milkyway  [28 Marzo 2010 - 14:54]
i colori sono un po' bruciati... per questo ahia... però gli scenari sono fantastici.. sei molto bravo, ma a volte, il valore espositivo dovrebbe essere al negativo, specialmente con sole che spacca (come qui) e in montagna.. io ho parentado vario nel Chubut (parte in Argentina, parte in Cile)
  melisendo  [28 Marzo 2010 - 09:14]
Grazie Milkyway, volare o camminare sulla cordigliera è un'esperienza straordinaria!

Tu dove sei stata?

PS: dimmi dei "colori", perchè il tuo ...ahia...?
  Milkyway  [27 Marzo 2010 - 19:45]
allora, io te la voto, perchè per me il posto è uno dei luoghi dell' anima, pieno di ricordi meravigliosi, e in cui ho vissuto una felicità intensa (che solo l' iperventilazione dell' alta quota, può dare).
Ma i colori.. ahia.. i colori....
  orobleu  [6 Novembre 2009 - 01:17]
ottimo ..............forse IO un giorno!!!!!!!!!!
  Il Lele  [11 Settembre 2009 - 10:40]
Non è solo bello, ma anche difficile da realizzare, sia dal punto di vista fotografico, che dal punto di vista narrativo. Un ottimo lavoro che evidenzia ancora una volta la tua passione per il viaggio e la scoperta. Complimenti.
  melisendo  [7 Agosto 2009 - 18:55]
Grazie ai due Sandri!
"Viaggiare" (nel senso di Sandro) per me è patologico!!! Sono stato in Cile varie volte sempre facendo base a Santiago. Da lì aerei di linea, normalmente LAN Cile, che vanno verso nord fino ad Arica o verso sud fino a Punta Arenas. Ogni volta ho scelto il volo, l'ora il sedile in modo da avere il sole giusto sia sulla cordigliera sia sulla costa pacifica. Le Ande hanno un'altezza media di 5.000 m, l'aereo vola a circa 7/8.000 m, quindi relativamente basso sulla terra, inoltre l'atmosfera sulla cordigliera è tra le più limpide del pianeta, ed ecco il volo del Condor.
  sandrinos  [7 Agosto 2009 - 13:31]
Ottimo reportege               che mezzo di trasporto hai usato?   ciao da sandro                          viaggiare..............viaggiare..............viaggiare .....       che bella passione................
  SAndro  [5 Agosto 2009 - 18:00]
I reportage di Antonio sono sempre bellissimi e interessanti da vedere.
Sono intrisi del forte odore del viaggio. I tuoi viaggi / spedizioni sono vere e proprie avventure, quasi un ritorno alla vecchia concezione di "viaggio", molto diversa da quella turistica moderna.

Con questa serie ci fai tuffare, anzi volare (!), sulle montagne della cordigliera. Incredibile, sembra davvero di liberarsi nell'aria e si rimane affascinati da questi paesaggi e questa lunga striscia di montagne del nostro pianeta.
E' proprio il genere di foto che sarebbe bello vedere in grandi dimensioni. Prima o poi bisognerà trovare il modo per fare anche dei reportage Extra-Large ;-)



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]