INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Il paese che muore


di Antonio Ulzega
15 immagini - 2.69 mb
data di pubblicazione: 30 Maggio 2012

luogo: Bagnoregio
periodo: aprile 2012


tags: ambiente, architettura, bagnoregio, civita di bagnoregio, lazio, medioevo, ulzega

visualizza come slideshow

179 preferenze  vota

(12 commenti)
visto 2487 volte

Share
Torna ai Portfolio




Il paese che muore

A 20 km da Orvieto, lontana dall'Autostrada del Sole e dalla ferrovia dell' "Alta Velocità", nella Tuscia viterbese si trova Civita di Bagnoregio, detto "Il paese che muore".
Per secoli nodo importante dei traffici commerciali tra il Lazio, l'Umbria e la Toscana questa città medioevale, di impostazione etrusca, ha perso nel secolo scorso ogni interesse economico, così il paese muore. Tagliata fuori dalle grandi linee di comunicazione, arroccata su una rupe che ne ha impedito ogni sviluppo urbanistico, accessibile da sempre solo con ripide scale ed un ponte pedonale più volte distrutto dai terremoti, vive solo di turismo. Il totale isolamento ne ha conservato in modo eccellente i caratteri medioevali e dall'alto della sua rocca si può spaziare sulle valli circostanti in cui si alternano boschi, opime culture e profonde incisioni calanchive.

Ma oggi la fantasia italica ha coniugato questo straordinario compendio storico ed ambientale con l'inserimento di un elemento architettonico che straccia e mortifica ambiente, cultura, storia: una passerella pedonale in cemento armato (rigorosamente antisismico!) che collega la rocca di Civita con l'abitato di Bagnoregio, per la somma gioia del moloch turismo.

Da qui l'idea di questo reportage in una mattina nebbiosa, con la triste passerella che a tratti si perde in una nebbia che nasconde tutto. 

Civita da Bagnoregio, aprile 2012


>> Guarda in modalità SLIDESHOW


reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage

reportage
 

reportage

reportage

reportage

reportage


>> Guarda in modalità SLIDESHOW



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  gilius76  [11 Marzo 2014 - 10:58]
bellissima interpretazione!!! bravo Antonio
  blademoon68  [6 Novembre 2012 - 21:49]
Hanno già detto tutto. Un ottimo lavoro.
Invoglia a visitare il luogo. 
Conferma inoltre le bellezze che abbiamo e ignoriamo ...
Bellezze che andrebbero tutelate e valorizzate...
  Christian  [22 Settembre 2012 - 00:50]

Civita di Bagnoregio è stata per me una splendida sorpresa, ci sono stato a fine marzo in una bella giornata di sole. Scopro dal tuo reportage che con la nebbia e il cielo grigio non perde il suo incanto. Anzi, tu col b/n l'hai veramente valorizzata!

Chissà perché io non trovo mai un soggetto adatto al b/n...finché non vedo le foto degli altri     : )

Ps. sebbene il ponte in cemento armato sia decisamente invadente, specialmente visto dai piloni di sotto, la foto del ponte che si perde nella nebbia è invece suggestiva, sembra finire nel vuoto.

  melisendo  [26 Agosto 2012 - 18:36]
Grazie a tutti!

Mi pare che questo reportage stia dando un contributo alla scoperta di una delle tante piccole perle nascoste che si trovano sparse nel nostro "bel paese" 
  Chefscatto  [26 Agosto 2012 - 16:51]
suggestivo a dir poco.bianco e nero èla scelta giusta per un reportage accurato come questo.
  Monyca  [28 Giugno 2012 - 07:29]
Molto suggestive. Il bianco e nero incisivo, mi fa quasi sentire la sensazione di umido che porta la nebbia. La 4 e l'ultima le piu' belle
  Rosa  [13 Giugno 2012 - 16:19]
Molto bello questo portfolio. Le condizioni climatiche e la nebbia rafforzano l'idea malinconica del paese che muore....mi hai incuriosito...dovrò visitarlo!
  EnneKappa  [12 Giugno 2012 - 00:07]
Fantastico, ho deciso di andarci questa estate facendo una piccola deviazione dal viaggio che sto organizzando alla scoperta dell'Umbria e della Toscana :P
Sicuramente non riuscirò a fare scatti del genere...complimenti!
  lacky  [11 Giugno 2012 - 18:41]
Le foto rendono l'idea...... la nebbia fa il resto
  gibso  [8 Giugno 2012 - 20:20]
E' vero che la nebbia da alle foto quel tocco in più, sensazione di abbandono. Mi piace il bianco e nero. La terza è la mia preferita. Prospettiva del ponte molto interessante
  Pitpa  [7 Giugno 2012 - 22:57]
Mi piace molto la presenza della nebbia, quasi a evidenziare il disfarsi della città. Molto belle le prospettive.
  sandrinos  [2 Giugno 2012 - 21:09]
direi un ottimo reportage e la nebbia che fa da cornice a  quasi a tutte le foto ,piacevole



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]