INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Giardini a Singapore


di Antonio Ulzega
13 immagini - 1.61 mb
data di pubblicazione: 25 Agosto 2010

luogo: Singapore


tags: asia, giardino, singapore, ulzega

visualizza come slideshow

230 preferenze  vota

(7 commenti)
visto 2539 volte

Share
Torna ai Portfolio




Giardini a Singapore

Situata sulla linea dell’equatore, circondata dal mare nella punta estrema meridionale della penisola malese, Singapore è dominata da un clima caldo-umido con totale assenza delle stagioni; in tali condizioni climatiche si assiste ad una vera esplosione della vegetazione, con giardini straordinari dentro la città e vallate ricoperte da orchidee nell’entroterra.

In questo reportage alcuni aspetti del Giardino Botanico dove ad ogni ora del giorno e della notte la popolazione trova un poco di quel refrigerio naturale che altrimenti è dato dall’aria condizionata che imperversa in tutti i locali pubblici e privati.

La cura di questi giardini è maniacale, vanto delle amministrazioni e dei cittadini.


>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage

La scala a chiocciola porta alla sommità della torre-pagoda


reportage

Panoramica dall’alto della torre


reportage

Un ingresso


reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage



reportage

Notturno


>> Guarda in modalità SLIDESHOW
Fotocamera Leicaflex SL2 con ottiche Leitze pellicola Kodachrome 25



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  xxx  [1 Maggio 2011 - 11:16]
tranne le ultime due le altre le trovo veramente fantastiche, mi piacciono moltissimo i toni e le profondità di campo. Bravo
  SAndro  [8 Settembre 2010 - 10:34]
Questa serie è diversa dalle altre tue, è più "romantica".
Passa in secondo piano la componente di documentazione del luogo ed emerge il fascino per questi giardini bellissimi e curati. Mi piace.

Come per il Lele, anche per me ci sono delle immagini che stonano, sarà perché io sono fissato con le serie costruite in maniera estremamente omogenea (ma non è un obbligo ed è un gusto tutto mio).
Per esempio io toglierei la prima (che è diversa da tutte le altre, anche se riprende il motivo geometrico vegetale) e la 7° perché il soggetto è già presente nella 2° che preferisco perché orizzontale come le altre.
La 6° non mi piace moltissimo per colpa dell'elaborazione (capisco le difficoltà nel recupero di originali "vecchi") e perché viene ripresa dalla penultima che trovo più funzionale per il raccordo con l'ultima foto in notturna. La 10° e l'11° sono bellissime ma si incastrano un po' male tra di loro perché hanno inquadrature con ottiche molto diverse, una grandangolare (con punto di vista dall'altro verso il basso) e l'altra zoomata (con punto di vista a filo del terreno, quasi in parallelo).
Forse ho criticato fin troppo :-(
  EnneKappa  [30 Agosto 2010 - 12:47]
Antonio, i tuoi reportage sono sempre fantastici! 
Anche a me piacciono molto la 9 e la 11 e anche la 4.
Ed è sempre molto istruttivo vedere la resa cromatica di attrezzature datate.
  tore  [29 Agosto 2010 - 17:04]
Che belle, Antonio! Davvero una bellissima gamma cromatica! Tra tutte la 9 e la 11 lasciano davvero senza parole!  
  melisendo  [25 Agosto 2010 - 18:44]
Altra informazione: buona parte delle fotografie sono fatte con l'ottica "Leitz 24mm f/2.8 Elmarit-R" , assolutamente straordinaria.
  melisendo  [25 Agosto 2010 - 18:40]
Lele, il tuo apprezzamento mi gratifica molto.
Ho ricomposto il reportage seguendo le tue indicazioni, e devo dire che è più scorrevole ed armonico!
Queste sono le osservazioni importanti per un autore!
Hai ragione anche per la macchina e per la pellicola, purtroppo ancora pochi si rendono conto di quanto abbiamo perduto abbandonando le ottiche fisse, ed anche le dominanti delle kodachrome (25 ASA!) davano un in più di calore che oggi è scomparso. E' purtroppo il prezzo del progresso (?) e del mercato!

PS: siamo nel gennaio del 1980.
  Il Lele  [25 Agosto 2010 - 17:41]
dalla 2 alla 11 sono fotografie bellissime e solo apparentemente facili da scattare. bellissima la resa cromatica data dalla dominante della pellicola che hai utilizzato e gran macchina.
Le ultime due se mi posso permettere le sento un po' "posizionate" male proprio per la differente resa cromatica pur essendo altrettanto belle (specialmente la penultima). Avrei eliminato l'ultima e sostituito l'ottava con l'undicesima proprio per agevolare il passaggio dal verde al blu.



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]