INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Fantasie patagoniche


di Antonio Ulzega
14 immagini - 2.74 mb
data di pubblicazione: 12 Aprile 2015

luogo: Patagonia, Cile
periodo: 2013


tags: carretera austral, cile, fantasia, fiordi, paesaggi, patagonia, ulzega

visualizza come slideshow

160 preferenze  vota

(8 commenti)
visto 2229 volte

Share
Torna ai Portfolio




FANTASIE PATAGONICHE


I 1245 chilometri che vanno da Puerto Montt a Villa O'Higgins, nel cuore della Patagonia cilena, prendono il nome di Carretera Austral e sono il tratto finale della incredibile strada Panamericana iniziata nell'emisfero boreale, in Alaska,  molte migliaia di chilometri più a Nord.

Percorrere la carretera patagonica a piedi, in bicicletta, sui rari bus, attraversare i fiordi su piccoli improbabili traghetti, vuol dire entrare in una dimensione altra dove nel continuo mutare di paesaggi e visioni si mescola la realtà con la fantasia.

Patagonia cilena, 2013




>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


reportage


>> Guarda in modalità SLIDESHOW



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  melisendo  [23 Aprile 2015 - 21:34]
Alessio, quanto hai scritto è molto vero, andando in luoghi così particolari, a volte difficili, al ritorno ti ritrovi frastornato dalla quantità di materiale raccolto: fotografie, appunti, ricordi. 
Così nello scorrere le immagini nasce prepotente la voglia di trasmettere le tue visioni, e questo si può fare con lo strumento del reportage; il reportage 
ti permette di frazionare, di selezionare, di dare corpo alle idee che si accavallano e ti sollecitano.
Dare vita ad un racconto in quindici immagini è un'esperienza che tutti i fotografi dovrebbero sentire l'esigenza di fare. 
  etabetaaaa  [23 Aprile 2015 - 14:39]
Antonio una garanzia, credo anche che sia stato faticoso fare una selezione di solo poche foto da mettere nel portfolio, veramente complimenti al luogo e anche alla tecnica, perché non è vero che luogo bello corrispondenza foto bella, bisogna saperla fare!
  Aissela  [22 Aprile 2015 - 19:53]
Grazie della precisazione . Mi piacerebbe molto visitare quei posti lontani , cosi lontani da tutto e da tutti  che ti obbligano ad integrarti  totalmente con la natura  e che ti lasciano, senza  via di scampo, ad  ascoltare la  sua 
" naturale "  forza.
Continua  a raccontare con le tue foto. 


 
  melisendo  [20 Aprile 2015 - 15:45]
Capo Horn no, ma ci sono arrivato molto vicino da terra: ero nella Isla Grande de Tierra del Fuego, territorio cileno, e da lì attraversando il Canal Beagle contavo di arrivare alla Isla Navarino da cui si vede verso sud la Isla de Cabo de Hornos, ma una bella ed improvvisa tempesta di neve (vedi un mio precedente reportage), mi ha scosigliato di farlo, tanto più che ero solo. 
E grazie a te, Aissela

  Aissela  [20 Aprile 2015 - 13:05]
Stupendo ! Sono stata su google maps a guardare le località  visitate per capire meglio come erano collocate queste bellezze naturali. 
Grazie !
una domanda : hai mai visitato capo Horn?
  Monyca  [20 Aprile 2015 - 09:11]
bellissimi colori, la 1 e la 3 le mie preferite
  melisendo  [17 Aprile 2015 - 11:43]
Grazie a Te Aissela,

come ho scritto nell'introduzione, in questi luoghi si perde il senso della realtà e ti ritrovi in un altro spazio e in un altro tempo, tuttavia è giusto quello che mi chiedi, almeno la descrizione dei luoghi, mentre per le emozioni le cose sono un pò più complicate:

Foto 1: a Puerto Montt, dove inizia la Patagonia Cilena e la Carretera Austral, nel bosco antico la fantasia delle costruzioni in legno.
Foto 2: a Coyhaique, capoluogo della region Aysen, nella Plaza de armas la statua poderosa della Mama Teuhelque, del popolo Mapuche.
Foto 3: nel Fiordo della Caleta Tortel, statua lignea dedicata ai costruttori del villaggio (vedi reportage sul sito).
Foto 4: sulle sponde della Laguna Escondida.
Foto 5: riflessi nelle acque proglaciali del Rio Ibanez.
Foto 6: sulle sponde del Rio Colorado.
Foto 7: marciume di legni nel sottobosco del Rio de los Nadis.
Foto 8, 9, 10: nei boschi della Reserva Nacional Lago Cochrane
Foto 11: Puerto Bahia Bahamondez, alla fine della Carretera Austral dopo Villa O'Higgins, a 1245 chilometri da Puerto Montt.
Foto 12, 13, 14: visioni dei fiordi, dei fiumi e delle valli lungo la Carretera Austral
  
  Aissela  [16 Aprile 2015 - 13:07]
Grazie Antonio, 

quando guardo le tue foto mi prendo sempre 10 minuti per me sognando di visitare posti a me lontani visti con i tuoi occhi. 
Grazie per  farmi conoscere posti incredibilmente belli e selvaggi lontani da tutto e da tutti come zone della Patagonia. Mi piacciono  molto la 7 la 11 e la 12 
complimenti !
p.s. sarebbe bello avere una descrizione dettagliata ( ma so che non basterebbe lo spazio di un portfolio ) di ogni foto raccontandoci la storia e l'emozione vissuta quando  sono state scattate. 




Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]