INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Cena per la 2° PC


di Sandro Rafanelli
5 immagini - 74 kb
data di pubblicazione: 13 Aprile 2003

luogo: Firenze
periodo: 18 Marzo 2003


tags: associazione, cena, photocompetition

visualizza come slideshow

653 preferenze  vota

(0 commenti)
visto 3136 volte

Share
Torna ai Portfolio



(Il reportage si riferisce alla seconda edizione della prima versione della PhotoCompetition).

Dopo la conclusione della prima edizione della Photo:Competition è iniziata la preparazione della seconda edizione. I lavori e le discussioni si sono protratti per lungo tempo, come è anche possibile comprendere dal forum riportato sul sito.
Visto che c'erano molte cose da dire e molti aspetti da discutere si è pensato di organizzare una serata dedicata apposta, una sorta di dibattito su tutto quello che ha funzionato e quello che invece si doveva cambiare. Per l'occasione, dopo numerosi tentativi andati a vuoto, siamo riusciti a organizzare una cena, la cena per la seconda edizione.

reportage

Le foto che documentano la cena sono opera di Jacopo, un vero fotografo, perché porta sempre con sé la sua fidata DC.

In un localino nel centro di Firenze che serve ottime bruschette e frequentato solitamente da stranieri si è quindi svolto l'incontro. Il 18 marzo del 2003.
Alla cena era presente, oltre a me e Tommaso, anche Jacopo e la Veronica, Simone, Luca e la Rachele, la quale ha espresso il desiderio di partecipare alla seconda edizione e per questo era molto interessata a questa discussione collettiva. La Veronica ha partecipato come ospite "esterno" e spero che non si sia troppo annoiata mentre noi parlavamo delle nostre "cose" fotografiche.
Devo ammettere che le questioni da decidere erano molte e siamo riusciti a trovarci d'accordo anche molto velocemente su numerosi punti.
Dovevamo stabilire se mantenere il sistema attuale di votazione, per il quale è stato deciso alla fine solo di occultare i voti e i giudizi fino al termine del periodo di votazione, per non influenzare in alcun modo i votanti. Il sistema di calcolo in effetti aveva funzionato a dovere, ma come forse avete letto da qualche parte ho dovuto metterci mano non poche volte per renderlo efficiente e funzionate.
Poi è stato eletto l'ospitante, Luca, e il luogo dove ambientare l'edizione, Pistoia, in centro durante il mercato del sabato. Fissati i giorni di ritrovo e le date di consegna, siamo passati a giudicare gli aspetti più tecnici come il funzionamento delle categorie del concorso. La "Fuori concorso" è stata eliminata, visto lo scarso successo e il basso livello qualitativo dei lavori, mentre è stata introdotta "Occhi puntati", buona idea, ma a giudicare dai risultati che ha prodotto a edizione quasi conclusa non posso dire che abbia funzionato come ci si aspettava.
La nuova categoria "Tematica" invece, forse ispirati dal momento, ha avuto come tema "cibo". Lì per lì non ero molto convinto, ma devo ammettere che è stata presa davvero sul serio e secondo me ha avuto un notevole successo.
reportage

Su mia proposta si è discusso in maniera più approfondita sul significato delle categorie, che nella prima edizione erano state un po' fraintese. In particolare il significato di "istantanea", un titolo un po' improprio se letto da un punto di vista strettamente fotografico. Inoltre, ma questo soprattutto io e Tommaso, abbiamo spiegato lo scopo della categoria "foto-ritocco", per la quale si doveva estremizzare e sbizzarrirci al massimo, senza sentirsi vincolati da niente. Beh, le nostre creazioni della prima edizione parlavano da sole :-)
Ci siamo spiegati come e che tipo di lavori presentare, per evitare di compiere gli stessi errori. Gran parte di queste questioni sono leggibili dai vari commenti presenti nella seconda parte del diario di bordo della prima edizione.


reportage
Abbiamo anche discusso un aspetto molto importante, ovvero il numero dei lavori da presentare, per cui si è stabilito di limitare grandemente la loro quantità al fine di privilegiare la qualità. Su questo aspetto sono sorte varie teorie e ognuno ha presentato una proposta interessante. Alla fine il sistema più semplice e funzionale è risultato quello proposto da Simone, che poi è quello correntemente adottato: un ristretto numero di foto a disposizione da distribuire a piacere tra le varie gallerie in mostra.
Infine, i tempi a disposizione, adesso molto più lunghi rispetto a prima; in pratica un'intera settimana per preparare i propri lavori. Su questo punto era facile attendersi un consenso unanime vista la fretta con cui si era dovuto fotografare nella precedente edizione.

La cornice fiorentina ha contribuito positivamente alla riuscita della serata, abbiamo risolto rapidamente tutte le questioni prettamente tecniche e così siamo presto passati a parlare animatamente e ognuno col suo vicino di tavolo di varie problematiche di carattere fotografico. E' passato veloce il tempo durante i vari scambi di opinione sulle varie funzionalità delle nuove macchine digitali, su come realizzare certi tipi di foto e sui retroscena di molti scatti. Il tutto è stato davvero molto interessante.
Mi è piaciuto molto anche il momento in cui abbiamo
reportage

discusso delle foto realizzate duranti i vari viaggi cosiddetti "fuori-porta", che hanno contribuito a variare maggiormente lo stile e i soggetti scelti nonché porci di fronte a problematiche diverse da quelle che solitamente emergono durante la preparazione delle Photo Competitions (almeno finora).
Jacopo ha mostrato direttamente dalla sua DC alcuni scatti realizzati alle Cinque Terre. Simone, in partenza per il Portogallo, si stava invece organizzando per produrre una notevole quantità di foto da mostrare a tutti al ritorno.Non le ho ancora viste ma non vedo l'ora!

Diciamo che già qui cominciavo a pensare come utilizzare tutti questi scatti "di viaggio"; in seguito ho maturato l'idea per la terza edizione, una special edition, ma i dettagli li potrete leggere nei prossimi sviluppi del concorso. Sempre che la cosa vada in porto.

Al termine della cena, ci siamo aggirati per il centro fiorentino persi nei nostri discorsi fotografici. Tra battute e nuove idee per il futuro siamo giunti alla Loggia dei Lanzi, dalla quale abbiamo fatto la foto di gruppo che vedete qui sotto. Poi, lungo la galleria degli Uffizi siamo giunti all'Arno.


La serata stava terminando e le luci della città lentamente si spengevano.
Poteva andare meglio? Mmmh, non credo.

Non mi rimane che dire: alla prossima cena della PhotoCompetition!

reportage



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:




Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]