INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Portfolio


Abbazia di San Fruttuoso


di Patrizia Sapia
15 immagini - 1.10 mb
data di pubblicazione: 29 Luglio 2013

luogo: Camogli, Genova
periodo: aprile 2013


tags: abbazia, camogli, genova, patrizia sapia, san fruttuoso

visualizza come slideshow

138 preferenze  vota

(4 commenti)
visto 3156 volte

Share
Torna ai Portfolio




ABBAZIA DI SAN FRUTTUOSO


Inquadrature e soggetti sono pressoché gli stessi per chiunque fotografi questo luogo. Ho cercato di dare un'aura di vissuto a queste immagini come fossero parte di un vecchio album di famiglia. 



>> Guarda in modalità SLIDESHOW



reportage

L'abbazia sorse alla metà del X secolo ad opera di monaci greci e fu ricostruita tra la fine del secolo e l'inizio dell'XI per volere di Adelaide di Borgogna, vedova dell'imperatore Ottone I. Nello stesso secolo passò ai monaci benedettini e fu ingrandita nel XII con l'aggiunta di un piano. Nel XIII secolo vi fu aggiunto il corpo edilizio con loggiato verso il mare, ad opera della famiglia genovese dei Doria, che utilizzò una sala dell'abbazia per le proprie sepolture. Il chiostro superiore fu ricostruito nel XVI secolo per volontà di Andrea Doria, mentre nel 1562 fu costruito il torrione di avvistamento quadrato che tuttora domina la baia.  L'abbazia fu in seguito abbandonata e utilizzata come abitazione. Nel 1933 fu restaurata dallo stato e nel 1983 i Doria Pamphili donarono gli edifici e i terreni al Fondo per l'Ambiente Italiano.



reportage

La torre Doria fu eretta nel 1562 dagli eredi dell'ammiraglio Andrea Doria per difendere il borgo e la sua provvidenziale sorgente di acqua dolce dalle incursioni dei pirati barbareschi. Sulle due facciate rivolte al mare lo stemma della Famiglia Doria, l'aquila imperiale, mentre altre decorazioni sono visibili sulle cornici e sulle mensole. 



reportage

E' tuttora un piccolo borgo marinaro in cui la pesca viene esercitata regolarmente.


reportage

La torre nolare è uno dei più antichi elementi architettonici dell'abbazia e della Liguria. 


reportage

Alla calotta sferica, leggermente ovale, nel X secolo secondo i canoni bizantini, è stata poi sovrapposta una torre ottagonale con lesene a vista, secondo la tradizione ottoniana


reportage

Chiostro inferiore



reportage

Chiostro inferiore, particolare di capitello



reportage

Dal livello inferiore del chiostro si accede al profondo vano a volta concesso ai Doria dai monaci come sepolcreto. Qui riposano sette membri della famiglia Doria, morti tra il 1275 e il 1305, mentre per altri due sepolcri e un sarcofago romano si ignorano le identità dei personaggi tumulati. 



reportage

Le tombe in marmo bianco e pietra grigia alternati nella tipica bicromia, sono disposte a schiera sui tre lati del vano e sono costituite da arche in muratura singole o a coppie, in gran parte con epigrafi, e sormontate da arcosoli a sesto acuto sorretti da colonnine marmoree, con tettuccio a capanna.



reportage

Gran parte dell'attuale abbazia risale al X-XI secolo, mentre il corpo verso mare, con il loggiato a due ordini di trifore da cui questa veduta, fu realizzato nel XIII secolo grazie alle donazioni della famiglia Doria. 



reportage

Il sarcofago istoriato con la raffigurazione dell'episodio di Achille a Schio (in copia) è databile in tarda età antoniniana, 180-190 d.C.



reportage

Nei due piani del corpo abbaziale del XIII secolo il recente restauro ha rivelato le strutture romaniche più antiche. Qui è stato allestito il Museo, che raccoglie documenti della storia dell'Abbazia, del suo tempo e della vita dei monaci. In particolare, i tavoli-vetrina dei due piani accolgono ceramiche da tavola e da cucina usate dai monaci dal XIII al XIV secolo. Le ceramiche hanno varia provenienza (Liguria, Italia meridionale e mondo islamico) e sono state rinvenute in un deposito scoperto nell'abbazia durante i lavori.



reportage


reportage

I sotterranei con i resti delle prime costruzioni che riguardano, tra gli altri ambienti, il sanca sanctorum, l'antico sepolcreto, l'antica sacrestia, la cappella e la cripta, il matroneo.


reportage
Da secoli privo di monaci, il luogo non è privo di turisti.


>> Guarda in modalità SLIDESHOW



IMPORTANTE Le immagini e i testi sono proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri acquistare gli originali o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



segnala questo reportage ad un amico
email: testo:





commenti
  paco  [3 Aprile 2014 - 00:56]
Bel posticino, bello anche il sentiero che parte da Portofino


  Christian  [1 Marzo 2014 - 00:17]
Una splendida presentazione del posto: da fotografie ampie e panoramiche, ad altre in cui hai scelto i dettagli e gli interni; in 15 immagini una descrizione completa. Mi piace molto come hai hai invecchiato le foto.
  phRAM  [3 Agosto 2013 - 15:07]
Il genere non mi entusiasma ma è un documentario veramente interessante. Buona l'idea di usare vignettatura e seppia per invecchiare le foto.Mi piace moltissimo la terza.
  melisendo  [31 Luglio 2013 - 07:38]
Se non ci fosse l'ultima foto con il barcone ed i turisti avrei davvero pensato al vecchio album di famiglia....

Bel reportage, come piacciono a me: è descrittivo ed allo stesso tempo ti fa entrare nello spirito del luogo; mi piacciono molto anche le didascalie ben articolate, cosa che purtroppo manca spesso, complimenti.




Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]