INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

L'INFANZIA RIMOSSA


9° - L'INFANZIA RIMOSSA






commento del fotografo
"La cultura in cui viviamo apprezza come forma di buona educazione l'atteggiamento di chi non prende sul serio le proprie sofferenze, tende a sminuirle o ne ride addirittura.
Si definisce perfino una virtù questo comportamento, e molte persone sono fiere della scarsa sensibilità con cui guardano
ai propri mali e soprattutto a quelli dei figli..."
"...Quando non si è più costretti ad assistere ciecamente alle sofferenze del bambino, si comprende improvvisamente che noi adulti abbiamo la facoltà, col nostro comportamento, di allevare i nostri figli come dei futuri mostri, oppure come persone coscienti e responsabili perchè sensibili..."
Un libro molto interessante che ho letto nel 1998 in sieme ad altri della stessa autrice...
Titolo originale dell'opera: Das Verbannte Wissen Frankfurt am Main 1988
ALICE MILLER vive e lavora a Zurigo,dove ha compiuto la sua formazione psicoanalitica e per vent'anni ha esercitato come analista, didatta e supervisore.
autoreinformazioni sulla fotografia
Lapo Galluzzi

 alias Lapo 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 8. Musica & Parole
galleria: Parole
macchina: NIKON E5000
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/5 sec
diaframma: f/3.1
focale: 10 mm
ISO: 146
flash: no
bilanciamento del bianco: luce a incandescenza
luogo dello scatto: Firenze via Landino
data: 13 Giugno 2004 - 15:01
data di upload: 14 Gennaio 2005 - 09:57

tags: bianco e nero, persone, ritratto
note tecniche: La foto è fatta appoggiando la macchina sul tavolo è una delle tante che ho scattato cercando di interpretare i movimenti di Ranieri che mentre disegnava cantava.
Il tema era riuscire ad ottenere una foto sfocata ma leggibile,
la sfocatura è voluta.
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8
7 5
6 1
5 1
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 12 916°
punteggio 6.228 6.228
numero voti77
commenti0
visite482309

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






commenti
    Tommy  [10 Febbraio 2005 - 23:51]
Inizio anni '80. A questo mi fa pensare questa copertina. Forse perchè la grafica è tipica espressione di quegli anni, con un eccessiva insistenza sui testi e sulle cornici. Forse perchè era allora la mia infanzia. In ogni caso io non l'ho rimossa...(nemmeno avevo questi problemi, fortunatamente!).
La sfocatura è il segno della rimozione forzosa; il rosso, al contrario, pone l'attenzione sui problemi.
La matita che si muove è veramente notevole e persino l'espressione è emblematica. Buona foto, ma inserita in questa copertina perde molta della sua efficacia di denuncia.
    Nick  [10 Febbraio 2005 - 13:52]
La grafica delle scritte un pò pese riprende molto l'originale, però la foto che hai inserito mi sembra molto bella e inquietante!
    Luke  [9 Febbraio 2005 - 23:04]
Foto perfetta!
Il tocco di colore rosso nella foto in bianco e nero del bimbo "tranquillo" è proprio un colpo di evidenziatore che vuol mettere in risalto problemi che sono sotto gli occhi eppure non vengono visti.

Non mi piace molto l'impostazione grafica pesante, quasi gridata, che hai dato alla copertina, in particolare con il bordo spesso e nero e con i caratteri in grassetto un po' troppo grandi.
    Jack  [9 Febbraio 2005 - 22:58]
'Sta copertina mi piace molto! Apprezzo la foto leggermente mossa con i toni in BN con la sola maglietta colorata di rosso, che poteva essere ripetuto in qualche altro piccolo detaglio. Grafica curata anche in questo caso, forse fin troppo pesante e "triste" la banda nera a mò di cornice.
    Manga  [9 Febbraio 2005 - 14:02]
stupenda!!!!
questa foto mi piace un sacco, ed è perfetta per la tua copertina!
peccato, mi convince un pò meno il bordo nero...anche a me!! sul nome della casa editrice...ok l'abbiamo capito!!!
già cominci con le letture in tema?eheheheh....bravo anche per l'argomento che hai scelto di rirappresentare...sono molto importanti, per me (oltre al risultato finale ), scelta, pensiero, sensibilità, spessore, valore, emozione, che sono in sintesi quello a cui penso quando guardo queste copertine ( o le foto )!! poi magari mi spiegherò meglio!
e poi, ho sperimentato che non è semplice fotografare un bambino mentre gioca o disegna...quindi il mio bravo vale per due!!!
    SAndro  [8 Febbraio 2005 - 13:04]
La grafica non mi piace per niente. Hai giustamente fatto scelte di impaginazione da saggistica, ma è il tipo di stile che si associa ai saggi che li rende decisamente poco invitanti. Caratteri grossi, nero su bianco, che trasmettono un senso di robustezza delle idee e un linguaggio diretto di comunicazione, senza passare da filtri di pubblicità artistica dell'opera.
Per quanto riguarda la foto di copertina è bellina nell'inquadratura e un po' meno nella luce. Maggiore sfocatura, come tu stesso hai tenuto a precisare, magari avrebbe accentuato l'effetto che volevi rendere. Il rosso della maglietta comincio a considerarlo una sorta di marchio di fabbriza dei Galluzzi, qualche idea nuova? Inoltre noto che la maglietta non è sfocata allo stesso livello del resto, questo la fa sembrare "appiccicata".
Anche qui il segno grosso della casa editrice... :-(
    sisco!  [6 Febbraio 2005 - 19:57]
Bellissima foto, ottima per il tema del libro!
Come sempre noto che te gusta mucho il bianconero con il rosso unico colore: in questo caso la scelta è perfetta, me gusta mucho tambein, anche perché un BN puro avrebbe reso l'immagine poco appariscente!
Fin qui tutto bene, la cosa però che proprio non mi convince è la grafica: benissimo le scritte e la fascia grigia "garzanti" (anche se rimpiango il tuo stile di Viaggio senza vento), un po' meno l'enorme cornice nera a contorno dell'immagine! Mi sembra eccessiva e pesante, avrei preferito un trattamento più soft!
Peccato, perchè la foto era una delle migliori della vetrina!



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]