INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

QUANTO MANCA?


10° - QUANTO MANCA?






commento del fotografo
Certi giorni di lavorare non si ha proprio voglia e basta l'imagine riflessa di una finestra per scatenare la voglia di mollare tutto e sperare che il tempo scorra veloce veloce.
autoreinformazioni sulla fotografia
Niccolò Galluzzi

 alias Nick 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 6. Something different
galleria: Riflessi
macchina: EX-Z4
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/30 sec
diaframma: f/2.6
focale: 6 mm
flash: no
luogo dello scatto: Firenze
data: 11 Ottobre 2004 - 9:04
data di upload: 11 Novembre 2004 - 14:20

tags: macro
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8
7 4
6 1
5
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione10° su 20 874°
punteggio 6.264 6.264
numero voti55
commenti0
visite321750

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






Le due partite - Ritratto di donne
di Melissa Marchetti


Hai già visto questo portfolio?
Ti invitiamo a scoprirlo e lasciare un commento all'autore.
commenti
    Manga  [20 Novembre 2004 - 23:15]
che forte!!pensavo che fosse una foto banale...e invece..semplicemente trasmette la sensazione di noia e insofferenza temporale che dà il lavoro...ma il titolo che hai dato aiuta tantissimo!certo che..erano le nove..ed era solo lunedì!!!
    sisco!  [20 Novembre 2004 - 22:12]
Bellissimo scatto, bravo!
L'embrione dalla foto è lodevole, uno dei migliori della PhC, la realizzazione finale, secondo il mio personale punto di vista, ha dei leggeri difetti!
Mi spiego meglio: il punto di vista dal basso verso l'orologio è bellissimo, veramente stupendo, come pure il riflesso! Peccato che tu abbai tagliato il cinturino in alto (rende incompleto, per pochissimo -e quindi manca di forza- il protagonista dello scatto). Il dialogo tra la tastiera e la calcolatrice funziona, e la deformazione di quest'ultima funziona ancora meglio; molto bella anche la gomma, ma l'appuntalapis disturba, più che completare il quadro "lavorativo". Bella l'infilata di righello e lapis.
In sintesi uno scatto fatto al volo (credo), senza perdere troppo tempo ma bello! Se tu avessi avuto un attimo di tempo in più poteva diventare una foto stupenda, provando un paio di configurazioni degli oggetti e calibrando meglio il taglio in fase di postproduzione! Ma alla fine sembra di essere un po' malati a fare 'sti discorsi, meglio uno scatto sano, semplice e senza troppe s...e mentali!!
In ogni caso bravissimo!
    Luke  [20 Novembre 2004 - 18:21]
Ero partito per darti 6 e invece no, ho aumentato il mio voto perchè, nonostante alcuni aspetti di questa foto non mi convincono troppo (in particolare gli oggetti disposti apposta per sostenere l'orologio ed una eccessiva freddezza dei colori) sei ancora una volta riuscito a presentare una foto non banale e pienamente in tema. Già è difficile fare belle foto, risucire poi ad inserirle correttamente nella loro galleria secondo me è un aspetto fondamentale e da tenere in considerazione al momento del voto.
L'idea di legare tempo e il riflesso è proprio azzeccata. Hai fatto una foto che descrive i pensieri di un sacco di gente che sta in ufficio e guarda fuori aspettanto le 5 ... attesa lunga! Foto riciclabile anche per la galleria "tempo" ...
    Lapo  [18 Novembre 2004 - 11:24]
Quando studiavo in biblioteca ho sempre visto con sospetto quelli che si levavano l'orologio e lo appoggiavano sul tavolo in ordine con altri oggetti, controllando così lo scandire del tempo. L'essere così precisi mi dava un senso di spersonalizzazione di mancanza del senso del tempo interno che ogniuno di noi dovrebbe avere...comunque è solo un pensiero che questo scatto mi ha fatto tornare alla mente. E' estremamente comunicativa, ricorda alcune sequenze inziali di film dove la carrellata di oggetti in primo piano fanno capire molte cose della storia. L'appunto che faccio è relativo alla poca naturalezza della composizione degli oggetti, si vede che sono giustapposti forzatamente per essere sulla scrivania di uno sfavato e sorreggono troppo l'orologio
    SAndro  [17 Novembre 2004 - 18:43]
L'immagine è semplice ma mi piace perché comunica esattamente la sensazione di cui parli. Mi piace sopratutto l'idea del riflesso sull'orologio perché oltre a farci vedere il tanto agognato "fuori", ce lo mostra dal punto di vista del tempo che non passa.
Piccola critica sugli oggetti: cellulare, appunta-lapis, gomma, righello, matita e tastiera, oltre ovviamente all'orologio. Mi sembra un bel mucchio di roba, non è forse un po' troppo? Anche solo la tastiera bastava a raccontare la "storia".
PS: se alle 9 di mattina ti veniva già voglia di smettere, allora quella giornata sarà stata dura! :-)



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]