INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

La guerra del cemento


4° - La guerra del cemento






commento del fotografo
ovvero la guerra al cemento
autoreinformazioni sulla fotografia
Tommaso Rafanelli

 alias Tommy 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 10. Al sole e al vento
galleria: Scenari desolati
macchina: Canon EOS 300D
obiettivo: Canon EFS 18-55mm f/3.5-5.6
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/100 sec
diaframma: f/6.3
focale: 90 mm
ISO: 100
flash: no
bilanciamento del bianco: automatico
luogo dello scatto: Le Fornaci, Pistoia
data: 11 Febbraio 2005 - 15:26
data di upload: 6 Marzo 2005 - 16:25

tags: architettura, paesaggio urbano
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8 1
7 3
6 2
5
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 10 726°
punteggio 6.394 6.394
numero voti66
commenti0
visite351501

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






Crete
di Alessandro Griccioli


Hai già visto questo portfolio?
Ti invitiamo a scoprirlo e lasciare un commento all'autore.
commenti
    Lapo  [15 Marzo 2005 - 23:48]
Trovo bellissima la scelta del muro in c.a. della parte bassa che ha un andamento interessante con le due inferriate in posizioni diverse e la scritta che ricorda l'ultima frase de "Il buono il brutto e il cattivo".....putt..aaaaa...aa.a. Meno bella la parte alta dove si impastano un po di grigi.
    Luke  [15 Marzo 2005 - 00:01]
Lo scatto è di una desolazione senza fine, ma la foto non mi piace un gran chè. L'accalcarsi di elementi disturbatori (l'edificio dietro al muro, il condominio in alto a destra, l'altro edificio giallo che si intravede a metà fotogramma) sono per me tutti elementi che disturbano l'inquadratura e la rendono un po' troppo casuale, "tirata via". Certo contribuisco probabilmente al senso di desolazione che volevi rappresentare, ma nel complesso della fotografia non trovo loro una giusta collocazione, un giusto peso.
    Nick  [14 Marzo 2005 - 09:13]
Un muro che porta su di sè i segni desolanti dell'abbandono, così come nella scritta si legge l'urlo desolato di un uomo abbandonato.....
    sisco!  [13 Marzo 2005 - 16:20]
Per me è molto difficile mettere voti in una galleria che, personalmente, non ha foto che raggiungono la sufficienza!
Interpretazioni un po' scontate, poco rappresentative, questa è una delle immagini più interessanti: per le scritte sul cemento, per l'estrema geometria e composizione!
Lo scenario è desolato al punto giusto, e molto bello è il sottile contrasto tra base verde (orizzontale), tubi fucsia (verticali), e grigio, grigio, grigio!
Sarò poco soggettivo!
    SAndro  [10 Marzo 2005 - 12:32]
La foto è interessante e molto intellettuale :-) come tuo solito. Molto bella l'apparente casualità del soggetto, un muro di graffici in un quartiere periferico degradato. Apprezzo molto anche la costruzione degli elementi con forte connotazione architettonica, la scala, il passaggio, l'albero, un desolante plastico in cemento contro cui gli abitanti si ribellano nella loro costretta esistenza. Forse manca quel qualcosa di forte che faccia emergere e ricordare lo scatto senza che si consumi nel tempo, perché secondo me rimane un dialogo troppo sottinteso e sfumato. La scritta in primo piano doveva essere ancor più risaltata, visto che è il centro reale del tuo soggetto e che doveva catalizzare l'attenzione, il resto è un contesto indispensabile ma che deve comunque costituire solo uno sfondo del racconto. Forse sarebbe stato opportuno un bianco e nero con qualche regolazione nell'illuminazione in alcune zone. Potevi lavorare di più sul ritocco.
Peccato che sia un po' storta verso sinistra, non te ne sei accorto?
    Jack  [7 Marzo 2005 - 10:35]
Ottima interpretazione del tema. Desolante, urbana. Un edificio abbandonato a se stesso che mostra il tempo trascorso, e l'abbandono da parte dell'uomo, a parte l'utilità trovata nei muri, per esprimere messaggi d'amore che Renzo e Lucia ci hanno tramandato.



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]