INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Non è la Sardegna da bere..


36° - Non è la Sardegna da bere..






commento del fotografo
Orgosolo.. la Sardegna da bere è lontana da qui.. ma qui si "gode" molto di più.. datemi retta.. enjoy the real Sardinia!!
autoreinformazioni sulla fotografia
Alessandro Garda

 alias Sanminiato77 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 44. Il rosso e il nero
galleria: il colore rosso
sorgente: digitale
flash: no
luogo dello scatto: Orgosolo (NU)
data: 16 Agosto 2010
data di upload: 3 Novembre 2010 - 02:14

tags: bere, coca, cola, graffiti, murales, orgosolo, pop, sardegna
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8
7 3
6
5 2
4 3
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione36° su 65 2460°
punteggio 5.122 5.122
numero voti88
commenti10
visite2432308

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






commenti
    Haldos  [11 Dicembre 2010 - 10:21]
commentoQuesta foto ricorda un po lo stile di Franco Fontana nel fotografare i paesaggi urbani di newyork ,bene,ciao
    lalla  [4 Dicembre 2010 - 11:58]
purtroppo non mi piace!
    melisendo  [4 Dicembre 2010 - 08:17]
commento
PS, una piccola notazione linguistica: è corretto dire "un mural" e "dos murales" nella dizione originale spagnola, mentre leggo spesso in italiano "un murales" e "due murales". Questo per dire che "murales" si dovrebbe usare solo al plurale e non al singolare, ma noi italiani usiamo spesso in modo estemporaneo i termini stranieri. 
Da sardo mi aggriccio quando sento dire "una sebadas" invece di "una sebada" (o seada e seadas)! 
La "s" finale nello spagnolo e nel sardo indicano il plurale e non si devono usare al singolare. 
    melisendo  [3 Dicembre 2010 - 20:54]
commentoHai colto nel segno! Le due facce della realtà: quella del turismo con i murales, i pranzi dei pastori nel supramonte, il bicchiere di vino al bar con il giro obbligatorio, e quella della vita dell'orgolese che ha il gregge e il cuile da difendere, l'amico o il nemico con cui rapportarsi, e di cui gli "stranieri" non sanno niente e non vedono niente! 
Non ho ben capito se sei sardo o continentale, ma in ogni caso le cose non sono così semplici come appaiono nei murales.
    Sanminiato77  [2 Dicembre 2010 - 16:47]
l'autore risponde
Grazie Melisendo per l'apprezzamento.. e spero che tutti facciano, come te, il piccolo sforzo di cliccare sulla foto per ingrandirla.. dato che la resa su monitor risulta notevolmente diversa..
Furbi gli orgolesi? Scommetto che avresti tanto da dire e da raccontare.. Orgosolo mi parso un paese molto strano, a tratti inquietante.. Nonostante in tempi recenti siano stati dipinti sui muri svariati specchietti per le allodole, lungo le strade semi-deserte del paese si respira ancora l'inquietudine di questa terra.. la cui storia è ben testimoniata dai murales più antichi e a carattere socio-politico..

    melisendo  [2 Dicembre 2010 - 14:00]
E' vero! Per apprezzarla in pieno bisogna ingrandirla! Furbi gli orgolesi!
    Rosa  [25 Novembre 2010 - 10:07]
Io concordo a pieno con Lele, nel giudizio e nel voto.
    Il Lele  [17 Novembre 2010 - 17:38]
Credo che questa fotografia principalmente possa trovare una maggior forza all'interno di una serie piuttosto che presentata singolarmente, ma anche così, presumibilmente estrapolata da un reportage, trovo che abbia una sua resa estetica e una forza comunicativa ben definita, in funzione del 'rosso' e dell'ambiente rappresentati, rispetto al 'rosso' e all'ambiente dei classici murales di Orgosolo.
magari sarei stato solo leggermente più morbido con la post sulla parte di terreno in primo piano, ma per me è una buona fotografia. 7 pieno.
    pminuto  [17 Novembre 2010 - 08:23]
commentooriginale
    Sanminiato77  [10 Novembre 2010 - 09:49]
l'autore risponde
@ Andreanix
Grazie per il commento.. comunque sia la foto in origine non era affatto sovraesposta.. anzi, era anche un po' buia.. Quindi il bianco abbagliante della scritta.. così come il terreno "bruciato" in basso sono elementi espressamente voluti e frutto della mia rielaborazione. Giusto per chiarire che non si tratta di fattori sfuggiti dal mio controllo..
    Andreanix  [10 Novembre 2010 - 07:18]
poco emozionante,sovraesposta.
    phRAM  [6 Novembre 2010 - 00:23]
Non mi piace il primo piano (terreno) sovraesposto, e la casa sullo sfondo mi sembra offuschi il soggetto principale.
    Carlottaddeluca  [3 Novembre 2010 - 23:41]
boh forse avrei preferito un close -up più netto. così non mi attira..scusami 
    Sanminiato77  [3 Novembre 2010 - 18:30]
l'autore risponde
Sì, sicuramente dal 1980 ad oggi molte cose sono cambiate.. anche per quanto riguarda i murales oggi presenti in paese.. dato che sono in continua evoluzione e aumento.. Solo per dirne una, credo un paio di anni fa, Orgosolo è stato il luogo prescelto per una competition di graffitari a livello internazionale.. il che ha lasciato più di un "segno" visibile..
Capirai bene che non è possibile rappresentare con un solo scatto una realtà variegata come i murales di Orgosolo.. né era mia intenzione/pretesa farlo..
Mi spiace soltanto che tu abbia motivato il tuo voto negativo assegnato alla mia foto essenzialmente in quanto "non degnamente rappresentativa di Orgosolo"..
Ti ricordo che questa galleria si chiama "Rosso" e non "Orgosolo", quindi mi aspettavo semplicemente di vedere la mia foto giudicata secondo un criterio realmente pertinente.
Del tuo commento, prendo dunque per buono solo quel che ne residua "Scatto eseguito con diversi piccoli difetti,primo fra tutti il taglio che non convince".  Grazie comunque per l'attenzione.
    willer  [3 Novembre 2010 - 18:01]
commentoAutore@ Ho avuto la possibilità di visitarlo nel lontano 1980 e ti dirò che erano  tempi molto più difficili di adesso per questo paese, ricordo con piacere la bellezza di questi murales variopinti nati come forma di protesta e sviluppati da alcuni movimenti politici verso qualsiasi discriminazione,e che descrivono  anche storie di vita del paese. Nel mio intervento intendevo sottolineare il fatto che il murales in questione a mio avviso rispecchia un volto nuovo di questo posto che non assomiglia per niente a quei miei ricordi,non ha per niente la poesia dei movimenti e le forme alla Picasso che gli artisti di quel tempo davano alle loro opere, e questa foto assomiglia  di più ad un cartellone pubblicitario freddo e insensibile,ma forse era proprio questo il messaggio che tu volevi trasmettere,mi dispiace ma non l'ho capito, o non mi è arrivato.
    Sanminiato77  [3 Novembre 2010 - 15:58]
l'autore risponde
@ willer
Ho fotografato gran parte dei murales di Orgosolo..e presto ne verrà fuori un reportage che vedrete qui su PC.. tuttavia questo da me scelto era quello che secondo me rispecchiava maggiormente il tema rosso.
Che non ti piaccia il mio scatto, mi sta benissimo.. ci mancherebbe.. ma ti vorrei chiedere: sei mai stato ad Orgosolo? O hai visto soltanto delle foto su flickr?!?
Se te la immagini come una ridente cittadina, leziosamente adornata da murales su tutti i muri.. beh, sei fuori strada alla grande..
Questo murales si trova all'ingresso del paese, in maniera quasi provocatoria.. perché basterà guardarsi un attimo intorno per vedere uno scenario alquanto desolato e desolante.. un paese quasi fantasma di se stesso, dove la cosa più viva è forse la sua memoria storica impressa sui muri di ogni casa in forma di graffito..  
Quindi le tue aspettative di vedere qualcosa di più gradevole... posso rispettarle.. ma non sono certo in linea con la mia volontà di mostrare la realtà per quella che é.. Non è un caso infatti che io abbia lasciato ben visibile il contesto poco "invitante".. Questa NON è la Sardegna da bere.. la Sardegna dei vacanzieri di Porto Cervo..  Speravo si fosse capito!! :)
    willer  [3 Novembre 2010 - 15:20]
Avrei preferito un murales originale della citta di Orgosolo,questo cartellone orrendo su cemento armato a pannelli orizzontali mi sa tanto di moderna periferia senz'anima. Dico questo perchè sò di cosa sono capaci gli artisti di questa splendida cittadina Sarda,i murales variopinti sparsi per il paese sono meta di turisti e fotografi da tutta Italia,questo mi dispiace dirlo non rispecchia per niente l'anima artistica di questo paese. Scatto eseguito con diversi piccoli difetti,primo fra tutti il taglio che non convince.
    Sanminiato77  [3 Novembre 2010 - 02:16]
l'autore rispondeVedo che il sito visualizza in modo strano la mia foto.. VI PREGO PERTANTO DI INGRANDIRLA e la vedrete correttamente.. Grazie.



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  

(in questo concorso non si può assegnare il fuori tema)
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]