INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Nick Cave & The Bad Seeds - Murder bal


6° - Nick Cave & The Bad Seeds - Murder bal






commento del fotografo
Murder ballads è il cd che mi ha fatto conoscere Nick Cave. Tutte le canzoni del disco sono racconti di assassini che con naturalezza spiegano i loro delitti. La più famosa è quella cantata in coppia con Kylie Minogue che si intitola "Where the wild roses grow". La copertina cerca di far entrare nell'atmosfera cupa e e distorta del disco attreaverso il punto di vista dal basso (della vittima?) e i colori irreali ...
autoreinformazioni sulla fotografia
Luca Brancolini

 alias Luke 
guarda tutte le mie foto!
edizione: 8. Musica & Parole
galleria: Musica
macchina: nikon D70
obiettivo: Nikon 50mm f/1.8
sorgente: digitale
tempo di posa: 1/25 sec
diaframma: f/4.5
focale: 75 mm
ISO: 800
flash: no
bilanciamento del bianco: manuale
luogo dello scatto: Casalguidi
data: 29 Dicembre 2004 - 13:37
data di upload: 7 Gennaio 2005 - 10:51

tags: astrazione, cielo
note tecniche: La foto è stata scattata utilizzando un filtro infrarosso 89 B. Questo filtro taglia quasi tutte le lunghezze d'onda visibili lasciando passare solamente una parte del rosso visibile e l'infrarosso fino a circa 1200 nm. Non è quindi possibile fotografare il calore degli oggetti (l'emissione infrarossa di questo tipo ha lunghezze d'onda molto maggiori), ma è possibile riprendere gli infrarossi che sono presenti nella luce solare e che vengono riflessi dagli oggetti. Poichè l'occhio umano non è sensibile agli infrarossi noi non li vediamo, il sensore della macchina digitale però è sensibile anche a queste lunghezze d'onda e quindi li può registrare. L'erba molto chara della foto è dovuta proprio al fatto che la clorofilla delle piante riflette gli infrarossi.
I colori assurdi della foto sono quelli registrati dalla macchina fotografica con un bilanciamento del bianco impostato su 2000 K. Le modifiche apportate in fotoritocco riguardano solamente la regolazione dei livelli e del contrasto.
statistichegrafico dei voti
edizionetotale
10
9
8 2
7 3
6 1
5
4
3
2
1
il tuo voto è indicato in rosso
posizione su 11 413°
punteggio 6.718 6.718
numero voti66
commenti0
visite622008

segnala questa immagine ad un amico
email: testo:






Sardità 2
di Antonio Ulzega


Hai già visto questo portfolio?
Ti invitiamo a scoprirlo e lasciare un commento all'autore.
commenti
    MariaC  [10 Febbraio 2005 - 21:12]
Mi sembra davvero azzeccata,quest'immagine..Alla prma occhiata mi era sembrata fin troppo essenziale, un po'scarna...MA invece è proprio questo un punto di forza: la mancanza di uno spazio circoscritto,di qualcosa da guardare subito, e la sospensione che nasce fra il primo piano dell'erba e tutto ciò che le sta dietro o al di là...
E' geniale sì il punto di vista dal basso, dall'occhio di chi cade, così come raccontano le canzoni,fra l'erba.Proprio quest'erba sembra contenere segreti ulteriori, in un intrico fitto e minuzioso ma al tempo stesso naturale,e che si addice a quello di cui Cave parla,ciò di una morte senza molte spiegazioni,quasi arrecata"x forza di cose"e con naturalezza automatica..
Belle le tinte"palpabili", specie il viola pallido che si spande oltre il solco netto creato dal primo piano,a fuoco.
    SAndro  [7 Febbraio 2005 - 20:27]
Ottima scelta per un album difficile da rappresentare, la foto in sè è piuttosto semplice ma il fatto di aver usato un infrarosso e una palette di colori tossica come questa fanno la differenza. Sento che la copertina rappresenta molto il disco, mi è piaciuta moltissimo la spiegazione del punto di vista ribassato del suicida. Davvero bella idea, anche con una foto apparentemente insignificamente hai tirato fuori un buon scatto.
Una lode per la precisa dissertazione tecnica.
    sisco!  [7 Febbraio 2005 - 01:36]
Scrivendo i commenti dopo un po' di tempo (mea culpa), hai il vantaggio di sanguisugare i pensieri altrui!
Concordo in parte con tutti: con jacopo sulla grafica (anche se il tipo di copertina non richiede una grafica molto ricercata, quindi ok!), con nicco con la copertina da vinile, con tomma sull'assonanza con la musica!

Aggiungo anche io qualcosa: l'immagine sembra composta da due scatti: l'erba a terra, fredda, congelata e morta, e la foresta, che mi pare un esercito da signoredeglianelli in cerca della sua preda! I colori poi rendono la scena surreale, la ammorbidiscono, la rendono "delicata": il giusto contrasto che si ritrova anche nella musica e nelle parole di Nick Cave!
Bravo, buonissimo lavoro!
    Tommy  [3 Febbraio 2005 - 21:02]
Il punto di vista del morto non è poi così male se tutt'intorno l'Apocalisse sporca il cielo di sangue (rosa?). A parte la metafora credo che il senso sia questo: la foto non è cupa, anzi le parti scure si compongono armonicamente con le più chiare in una maniera straordinariamente equilibrata. La scritta è coerente con queste scelte (credo di aver usato lo stesso carattere per la mia copertina).
In fin dei conti non so se avrei insistito su soggetti più lugubri per rappresentare questo disco: la copertina è "assonante" con la musica.
    Nick  [28 Gennaio 2005 - 13:00]
Mi è piaciuta da subito, la trovo molto azzeccata come copertina di CD e l'avrei vista bene anche in formato grande per i vecchi dischi in vinile.
Bello il cielo così rosa con la nuvoletta più scura.
    Jack  [24 Gennaio 2005 - 12:10]
Più che una copertina di un album mi sembra un tentativo e una ricerca grafica sui filtri ad infrarossi!!
Peccato che tu abbia curato solo la fotografia e NON la parte grafica intesa come testo e titoli che lasciano un pochino a desiderare.



VOTA questa immagine:
(l'edizione è conclusa, questo voto non influenzerà il punteggio conquistato dall'immagine durante il concorso)

nome *:
voto *:  
testo :

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti. Registrati subito!



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



IMPORTANTE L'immagine è proprietà intellettuale dell'autore e ogni uso improprio come la vendita non autorizzata è vietato e perseguibile legalmente. Si prega di contattare l'autore nel caso si desideri aquistare l'originale o per eventuali pubblicazioni su altri supporti.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]