INFORMATIVA PRIVACY
Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto
Sei un nuovo utente? Registrati!

Evento


LUCCAdigitalPHOTOfest '06


date: 18 Novembre 2006 - 10 Dicembre 2006

Il festival della fotografia di Lucca, con numerosissime esposizioni, tra cui il World Press Photo 2006, lettura di portfolio, workshop e seminari.

(3 commenti)
visitato 1720 volte
Torna agli eventi


Il Comune di Lucca e l’Associazione Toscana Arti Fotografiche presentano a Lucca, dal 18 novembre al 10 dicembre 2006, la seconda edizione del “Festival della Fotografia Digitale – Lucca Digital Photo Fest”.
La manifestazione è realizzata grazie anche al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ed ha ottenuto il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Provincia di Lucca.
I grandi numeri ottenuti dall’edizione “numero zero” hanno contribuito ad annoverare il Lucca Digital Photo Fest tra i più importanti eventi dedicati alla fotografia in Italia, circa 4000 visitatori hanno riempito le 8 mostre personali dislocate in altrettanti suggestivi spazi della splendida città di Lucca.



11 grandi esposizioni sparse per la città:

World Press Photo 2006
Ivo Saglietti
Steve McCurry
Gabriele Croppi
Pep Bonet
Gerd Ludwig
Frans Lanting
Pino Ninfa
Alessandro Trovati
Erich Hartmann
Fotografi di scena

Clicca sui rispettivi loghi per scoprire tutte le informazioni.



E allora l’edizione 2006 si presenta ancora più ricca di fotografi e di opere fotografiche, con la conferma dell’esposizione, come terza tappa in Italia dopo Milano e Roma, del World Press Photo, il concorso di fotogiornalismo più prestigioso del mondo, la cui direzione ha definito Villa Bottini come la sede europea più bella in cui è stata ospitata la mostra.
Anche quest’anno ad un fotografo di fama internazionale verrà consegnato il Lucca Digital Photo Award, e dopo le stelle del cinema di Douglas Kirkland, quest’anno si potranno ammirare gli eventi e i volti del nostro tempo nei reportage di Steve McCurry.

I protagonsti delle mostre saranno Ivo Saglietti con “Stragi del sabato sera” e Pep Bonet con “Posithiv+” al Baluardo San Regolo, Gabriele Croppi con la video installazione “Fughe: omaggio a Fernando Pessoa” a Palazzo Guinigi dove troveremo anche Alessandro Trovati con i suoi “Scatti d’atleta” ed il già citato Steve McCurry con “South South East”. All’ex Manifattura Tabacchi saranno in mostra Gerd Ludwig con “Chernobyl - Living with Disaster”, Pino Ninfa con “Nero Tango” e Frans Lanting con “Eye to eye”, la cui mostra merita un discorso a parte. Realizzata grazie al contributo di Comieco nella sede della sala mensa dell’ex Manifattura Tabacchi questa mostra si avvale di un brillante progetto di allestimento di due giovani architetti. Il progetto si propone di offrire uno spazio che di per sé offra suggestioni ed emozioni e al contempo magnifichi l’utilizzo del cartone quale materiale costruttivo, suggerendo concrete soluzioni tecniche, di facile messa in opera, riproducibilità e riciclabilità. Un’architettura suggestiva ma anche tecnicamente valida ed eco sostenibile.
Infine Erich Hartmann sarà al Baluardo San Paolino con “In the Camps” mentre i Fotografi di Scena dell’Accademia del Teatro alla Scala presenteranno “La Scena dell’Immagine”, le cui opere arricchiranno le vetrine degli Antiquari di Lucca.

Accanto alle mostre di fotografia, sono previsti una varietà di eventi collaterali che arricchiranno l’esperienza del pubblico: la tavola rotonda dal titolo “Il Photoeditor: professione, obiettivi, iniziative e attività” con l’intervento di Maria Teresa Cerretelli, photoeditor di Class, Giovanna Calvenzi, photeditor di Sport Week, Roberta Reineke, photoeditor di Rolling Stones e di Marco Capovilla e Renata Tardani; inoltre il Photo Cafè, un appuntamento nel centro storico della città toscana ove fotografi, appassionati e pubblico possono confrontarsi e scambiarsi opinioni; la lettura dei Portfolio che quest’anno raddoppia e porta a sei i grandi protagonisti della fotografia che si adopereranno nelle letture: Grazia Neri, Elena Ceratti, Maurizio Rebuzzini, Maria Teresa Cerretelli, Luciano Bobba e Giovanna Calvenzi.

Alcuni dei fotografi presenti al Festival, Steve McCurry, Ivo Saglietti, Pino Ninfa e Alessandro Trovati, terranno inoltre workshops tematici, in sedi selezionate del centro storico: un’occasione per conoscere, confrontarsi e lavorare con i più importanti fotografi del mondo. Infine è previsto un workshop sulle tecniche della stampa fine art in digitale tenuto da Roberto Tommasi.

I biglietti per le mostre sono in vendita presso la LIVE AREA di Piazza San Michele e presso tutte le mostre.
  • biglietti Cumulativi €.13,00 per tutte le mostre compreso World Press Photo;
  • biglietto cumulativo ridotto per le scuole € 5 per tutte le mostre compreso il World Press Photo;
  • biglietto cumulativo ridotti per studenti universitari, associati TAF e FIAF € 10 per tutte le mostre compreso il World Press Photo.



segnala questo evento ad un amico
email: testo:




commenti
  sisco!  [27 Novembre 2006 - 12:38]
Di seguito un breve commento personale delle esposizioni:

Baluardo San Paolino
(Erich Hartmann)
Scatti in bianco e nero per gli amanti delle foto classiche, a volte cupe, che documentano con precisione i luoghi dello sterminio nazista.
Non tutte le immagini sono da manuale, ma una buona percentuale è veramente bella. (voto 7)

Ex Manifattura Tabacchi
Luogo splendido per una esposizione fotografica! Ampie sale, spazi all'aperto, tipica architettura industriale in abbandono. Se vi "intrufolate" tra le stanze fuori dalle mostre troverete degli scorci interessantissimi!

(Alessandro Trovati)
Bellissimi esempi di foto sportive, per gli amanti del genere da non perdere: tutte stampe enormi dalla qualità indiscutibile! (voto 7)

(Pino Ninfa)
Le sue foto purtroppo non vanno incontro ai miei gusti personali, ma oggetivamente devo dire che alcuni scatti (i più semplici e privi di elementi) erano da ammirare. (voto 6)

(Frans Lanting)
Sono entrato scettico ed uscito entusiasta! Se vi aspettate dei semplici scatti di animali rimarrete delusi: dei capolavori! In più l'allestimento è molto curato e ben realizzato. (voto 8)

World Press Photo 2006
Una carrellata di foto giornalistiche incredibili, che registrano gli eventi che hanno maggiormente colpito tutti noi nelle prime pagine dei giornali. E non solo, anche storie semplici, quotidiane, spesso molto "forti" e tristi, che fanno riflettere sulle realtà mondiali dei paesi spesso lontano da noi, dei quali sappiamo poco o nulla. Da non perdere. (voto 8)

Palazzo Guinigi
(Gabriele Croppi)
Uno stile personalissimo, degli scatti a volte incompresibili di una Lisbona vista con un occhio "superiore". Il tutto accompagnato dai versi di Pessoa che rendono ancora più surreale tutto l'allestimento, tra l'altro ben curato. (voto 8)

(Ivo Saglietti)
Un documento delle stragi automobilistiche del sabato sera, partendo dalla discoteca fino ai corpi distesi sull'asfalto. Personalmente non sono stato rapito da questi scatti. (voto 5,5)

(Steve McCurry)
La qualità, i colori, i dettagli di queste foto, vanno oltre il mio immaginario, sono rimasto stupefatto dalla raccolta di scatti dei paesi dell'area Indiana. Non ho parole. (voto 9)

Baluardo San Regolo
(Gerd Ludwig)
Scatti semplici che in alcuni casi lasciano stupefatti sulla realtà sconvolta dall'incidente nucleare di Chernobyl; qui i film futuristici ambientati in ere postatomiche diventano realtà. (voto 7)

(Pep Bonet)
Foto d'impatto che testimoniano con grande passione il mondo dell'HIV nei paesi poveri dell'Africa. Da vedere in silenzio. (voto 6,5)
  sisco!  [27 Novembre 2006 - 11:59]
La spedizione è andata a buon fine e ci siamo visti molte delle mostre in programma (alcuni TUTTE!).

Devo dire che dedicare una giornata alla città ed all'evento è OBBLIGATORIO per un amante della fotografia; innanzitutto perchè Lucca è una città molto bella, secondo me una delle migliori in Toscana: il percorso sopra le mura perfettamente conservate (delle quali trovate una mostra nei primi piani del
Palazzo Guinigi), le splendide chiese, palazzi, torri e molto altro.

Poi perchè la serie di mostre del LuccaDigitalPhotoFest sono tutte valide ed allistite con cura, in luoghi diversi tra loro ma dotati tutti di un notevole fascino (si va dalla villa signorile al bastione, dalla ex fabbrica abbandonata alla torre medioevale!).

Consiglio: andate!
  SAndro  [24 Novembre 2006 - 20:30]
Spedizione della PhotoCompetition a LUCCA!

Domenica 26 andiamo a vedere la DigitalPhotoFest e poi vi diciamo com'è.
Sarà una giornata molto intensa, piena di FOTOOOOOOOOOOO....



Se vuoi aggiungere un commento riempi il modulo qui sotto:

nome *:
testo *:
codice *:
  <- inserisci il codice di sicurezza
  



I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.
Leggi con attenzione i termini di servizio.



Because the light

portale di cultura fotografica, concorsi online, mostre, reportage, portfolio articoli, libri, forum e community. Per divertirsi e imparare con la fotografia.
progetto, design e codice di Sandro Rafanelli
in redazione: Simone Scortecci, Marco Sanna, Jacopo Salvi e Alessandro Garda
l'approfondimento fotografico è su BecauseTheLight - becausethelight.blogspot.com

per info: info@photocompetition.it - [ termini di servizio ] - [ privacy ] - [ diventa socio ]